Computerlinks si focalizza sui nuovi servizi a supporto dei reseller

317

Tra le novità del 2012, l’inaugurazione di TecLab, la nuova struttura demo dedicata e il potenziamento dei servizi cloud Alvea e della virtual classroom per il canale.

Forte dei successi ottenuti nel 2011, Computerlinks rafforza il proprio impegno per fornire un supporto ancora più completo a partner e clienti, potenziando la virtual classroom, creando un apposito ambiente demo e puntando sui servizi di cloud computing.
In particolare, la virtual classroom, la piattaforma IT per la formazione, ora può gestire più di 100 sessioni remote contemporanee con relativi lab virtuali. È pertanto la soluzione ideale per aziende distribuite che possono così risparmiare notevolmente evitando inutili spostamenti di persone.

Inoltre, la nuova struttura TecLab – un ambiente demo che permette ai partner di toccare con mano le ultime versioni delle soluzioni hardware e software incluse nel portfolio, testare i prodotti scelti per un progetto e verificarne l’efficacia e la capacità di rispondere alle reali necessità del cliente – è raggiungibile da remoto e localmente presso la sede di Bolzano e include un ambiente di dimostrazione e workshop erogato da Computerlinks, nel quale ogni vendor possiede una propria struttura separata gestita da VLan dedicata.

TecLab consente di ottimizzare tempo e risorse in complesse, e spesso lunghe, procedure di installazione e di acquisire le conoscenze tecniche necessarie per fornire le linee guida ai clienti nel momento della valutazione della migliore strategia di implementazione. All’interno dell’ambiente TecLab sono già presenti la maggior parte delle tecnologie distribuite dal Vad, tra cui, per esempio, Citrix, Blue Coat, Gfi, Rsa, Sophos e Trend Micro.

Infine, è stata rafforzata l’offerta Alvea di servizi cloud per il canale, indirizzati a reseller e system integrator, che comprendono tecnologie dedicate alle infrastrutture cloud, tra le quali firewall, endpoint security e backup, content e application delivery, cloud-attached storage, basate su diverse soluzioni di vendor che fanno parte del portfolio del distributore.

Gli Alvea sono sviluppati per permettere ai partner di offrire ai propri clienti servizi basati su modalità pay-per-use, caratterizzati da una gestione agile e veloce tramite portale, rispondendo in modo efficace alle esigenze di scalabilità, di riduzione significativa degli investimenti e della possibilità di creare infrastrutture IT a prova di futuro, senza nuove e costose installazioni hardware.

Silvia Viganò