Distribuire tranquillità

1153

In un paesaggio ancora invernale appaiono qua e là macchie di colori primaverili che denotano tiepidi risvegli e volontà di crescere ancora. Una di queste oasi è quella del mercato della sicurezza che, sempre verde, ora si tinge di un rosa acceso

[section_title title=Introduzione]

I risultati relativi al mercato della sicurezza IT nel 2012, come si evince dalle risposte dei nostri intervistati, sono stati positivi pur se con notevoli sfumature. Vale la pena di scorrere i loro pareri, anche in merito alle previsioni per il corrente anno.
Secondo Francesco Doveri, direttore marketing di Achab, i software base per la sicurezza, cioè antivirus e backup, hanno tenuto, pur se a fronte di scarsi investimenti. Forse è mancato il coraggio di fare innovazione che, sul fronte delle minacce, prosegue invece senza sosta.
«Nel 2012 – ha detto Roberto Riccò, responsabile sales & marketing di Alias – la domanda di soluzioni di sicurezza è stata sostenuta. Per Dell Sonicwall, il primo trimestre 2013 vede il ritorno a una crescita a due cifre. Per Alias, la strong authentication è rappresentata da Vasco; alcuni progetti realizzati nel 2012 in ambito Pmi ci fanno sperare che gli investimenti si intensifichino nel 2013».
«Il 2012 è stato l’anno migliore della nostra storia – ha dichiarato Rendall Narciso, amministratore unico di Avangate – con una crescita del 20 per cento sul fatturato 2011 e del 40 per cento in termini di numero di rivenditori.

Nel 2013 puntiamo ad accelerare la crescita investendo su qualità del servizio ed efficacia degli strumenti».
Andrea Massari, country manager di Avnet TS Italy, ha rivelato che nel 2012 la crescita (leggera) è stata trainata da virtualizzazione, cloud computing e diffusione dei dispositivi mobili, tecnologie interessate dalla sicurezza. In evoluzione sono le architetture di data center e di rete, con attenzione alle soluzioni di firewalling in ambienti virtualizzati e all’accesso ai dati da più punti che consentono di affrontare tematiche di strong authentication.
Per Federico Marini, amministratore delegato di Computerlinks Italia, il 2012 è stato un anno difficile, ma l’andamento del segmento sicurezza è positivo. Le aziende non possono sottovalutare la protezione di utenti, dati e dispositivi. Nei prossimi mesi il cloud continuerà ad affermarsi e Computerlinks potenzierà le offerte nelle aree storage, networking e servizi.
«Le necessità di security delle aziende – ha affermato Alessandro Trapani, Computer Gross Storage Specialist & Collaboration Value Team Leader – sono diversificate in base all’attività e all’infrastruttura informatica.

Il mercato della sicurezza è cresciuto, in particolare in progetti di virtualizzazione. Le aziende avranno maggiori necessità di investire su infrastrutture e soluzioni tradizionali di Unified threat management».
Pierangelo Rossi, amministratore delegato di Italsel, ha spiegato che per il 2013 l’azienda prevede una domanda in crescita nel Byod. A questo proposito, distribuisce FancyFon, un Mdm che offre il deploy delle policy aziendali su tablet e smartphone. Endpoint protection, cloud sicuro e integrità del dato saranno gli ambiti dove l’offerta sarà più in evoluzione. Le energie saranno concentrate in queste direzioni.
Secondo Michele Papa, country manager di Itway Vad, la sicurezza informatica rimane un mercato con un significativo tasso di crescita. Itway ha registrato un aumento della quota di fatturato per le soluzioni di sicurezza e una crescita della propria market share nel canale dei system integrator e dei Var specializzati. Nel 2013 prevede una crescita del mercato della sicurezza, nel mobile e in ambito di Identity & access management e Intrusion prevention.
Pochi dubbi ha Giulio Camagni, presidente di Partner Data: «Mi aspetto un trend positivo per il 2013. La domanda di sicurezza per cloud e mobilità si amplia a causa dell’incremento di attacchi informatici. L’utilizzo di soluzioni Otp (One time password) è in costante crescita, grazie al basso costo dei token e alla facilità d’utilizzo».
Valerio Rosano, sales & marketing manager di Sidin, ritiene che il mercato italiano sia complesso ma, grazie alla propria gamma di soluzioni per il deployment dell’infrastruttura IT e della security, Sidin mantiene un trend positivo. I partner sono in grado di offrire strumenti che migliorano la gestione degli strumenti IT e incrementano la produttività con migliore controllo dei costi.