Italsel aggiunge due nuovi prodotti Acronis

3404

mobilEcho e activEcho garantiscono l’accesso, la gestione e la condivisione sicura dei file in ambienti mobili, in qualsiasi momento e da qualsiasi posizione, su più piattaforme e dispositivi

La divisione Mobability di Italsel si arricchisce di due nuove soluzioni per l’accesso sicuro, la condivisione dei dati e la collaborazione in ambienti mobili targate Acronis. Si tratta di mobilEcho e activEcho, prodotti che consentono alle aziende di fornire sempre e ovunque l’accesso ai file su più piattaforme e dispositivi.
mobilEcho è una soluzione di Mobile file management che consente ai reparti IT di fornire agli utenti di dispositivi mobile, sia in ambiente Apple sia Android, accesso sicuro e gestito ai contenuti che risiedono su file server, SharePoint e storage Nas aziendali. Installabile on-premise, come in cloud o in ambienti virtuali, assicura che tutti i file e gli asset aziendali siano accessibili con sicurezza dalle persone giuste e, al contempo, permette agli utenti mobili di avere accesso a tutti i file e al materiale necessario per svolgere il proprio lavoro, così come farebbero con un laptop o un desktop. Supporta l’integrazione con Active Directory e permette di impostare vari livelli di controllo e accesso.

activEcho è invece una soluzione che consente ai dipendenti la sincronizzazione e la condivisione di file tra i propri dispositivi (desktop, laptop e dispositivi mobili) e di condividere e collaborare su file nel contesto di un gruppo di lavoro interno o con utenti esterni. Fornisce un’alternativa di tipo enteprise ai servizi di file sharing orientati all’utente consumer che, con l’affermarsi del Byod, hanno preso piede presso utenti aziendali, offrendo al contempo all’IT aziendale il pieno controllo sulle risorse condivise.
«Un numero sempre maggiore di persone utilizza tablet e smartphone in azienda, con il conseguente rapido aumento di file condivisi, duplicati o semplicemente spostati: un fenomeno che non è esente da rischi – ha commentato Mauro Papini, country manager di Acronis Italia -. Le imprese sono dunque sempre più consce dei problemi connessi alla gestione dei dati al di fuori dei confini della infrastruttura aziendale. E, in questo senso, la sicurezza, la conformità e la gestione dei file in mobilità sono prioritari per le organizzazioni quanto e forse più della gestione dei dispositivi stessi».

«Le imprese che affrontano il fenomeno Byod sono alla ricerca di soluzioni per un accesso facile alle risorse aziendali che migliorino la produttività e incentivino un’efficace collaborazione, ma riconducendo tutto a un perimetro sicuro e controllato – ha affermato Pierangelo Rossi, AD di Italsel -. Per questo, siamo sicuri che i nostri partner apprezzeranno le soluzioni Acronis che rappresentano il meglio per garantire sia la sicurezza sia la gestione dell’IT aziendale in ambienti che hanno iniziative di mobilità in corso».