E’arrivato Omnis Studio 6.0

436

La nuova release principale offre ora una migliore integrazione con le funzionalità native dei dispositivi

SOFTPI.COM distribuisce in Italia, Spagna e Portogallo la versione aggiornata dello strumento RAD (Rapid Application Developement) dedicato agli sviluppatori e alle aziende che vogliono cogliere le opportunità legate all’implementazione di applicazioni mobili di tipo enterprise.

Omnis Studio 6.0 propone infatti nuove funzionalità multipiattaforma che, partendo da un unico codice di base, abilitano uno sviluppo e una diffusione più efficienti delle applicazioni – per Android, iOS, BlackBerry e dispositivi basati su Windows – da oggi con prestazioni visive ancora più elevate e interfacce utente maggiormente interattive.
Omnis Studio è una soluzione che , basando il client web su codice JavaScript compatibile con i moderni standard HTML5 e CSS3, permette agli sviluppatori di progettare e prototipizzare applicazioni eseguibili su qualunque browser e dispositivo mobile, senza che l’utente debba scaricare alcun plug-in.

Grazie alle oltre 30 componenti JavaScript pronte da utilizzare, la versione 6.0 consente di realizzare applicazioni mobili, web e basate su form che si integrano velocemente con il backend dei principali database per l’accesso ai dati aziendali presenti nel sistema.
Tra i vantaggi per l’utente finale, Omins Studio 6.0 prevede supporto per le funzionalità serverless o “non in linea”, che consentono alle applicazioni per dispositivi mobili di operare anche in presenza di una connessione Internet intermittente o assente.

Viceversa, in modalità “”Online”, i dati e i contenuti vengono sincronizzati con il database del server nel momento stesso in cui viene ristabilita la connessione. Inoltre, le funzionalità SQL Multitasking e SQL Workers danno all’utente la possibilità di interrogare il database remoto, mentre si utilizza il device per compiere altre attività in background.
Dal punto di vista dello sviluppatore, invece, il nuovo tool include comandi per una maggiore integrazione con le funzioni dei dispositivi mobili, tra cui Device Control.