Il Nord Est pronto per lo smart working

430

Le aziende sono pronte a investire in progetti di comunicazione unificata per diventare più competitive

Le aziende del Nord Est non rinunciano ad investire in tecnologia nonostante la crisi: è il dato che è emerso dall’evento recentemente organizzato da beanTeach, azienda di Udine che costituisce un punto di riferimento nel settore IT del Triveneto, dal titolo “La comunicazione unificata e l’innovazione nel data center: soluzioni in-a-box”, che ha visto partecipare una cinquantina di aziende del territorio.
In questa area del Paese cresce la voglia di smart working, cioè quel modello di lavoro che prevede un’organizzazione più flessibile di tempi, spazi e modi di comunicare in azienda grazie ai nuovi strumenti ICT che integrano chat, telefonia e video su dispositivi fissi e mobili.
Dal dialogo con i presenti è emerso un dato che può risultare sorprendente dal momento che ci troviamo in un periodo di crisi: le aziende sono pronte ad investire in innovazione per vincere la sfida della competitività.
«Abbiamo distribuito un questionario dopo l’evento – racconta Fabiano Benedetti, titolare di beanTech- e abbiamo rilevato che quasi metà delle aziende interpellate hanno in programma di investire in un progetto di comunicazione unificata nei prossimi 12 mesi. Ciò significa che le aziende del Nord Est non rinunciano a investire in innovazione nemmeno in un panorama di generali difficoltà economiche, anzi hanno capito che ripensare l’organizzazione del lavoro e aggiornare gli strumenti IT è una delle chiavi per essere competitivi».
Ciò che sorprende ancora di più è che questo progetto non è previsto solo da aziende di grandi dimensioni, ma coinvolge tutti. Hanno, infatti, espresso l’intenzione di investire nella comunicazione unificata aziende di ogni dimensione, perchè i budget e le soluzioni possono essere diversi, ma l’esigenza di lavorare in modo più efficacie è di tutti.
Le potenzialità della comunicazione unificata sono molteplici e la sua caratteristica principale è che permette di riunire virtualmente le persone che si trovano a chilometri e chilometri di distanza per farle parlare assieme, interagire e condividere contenuti, anche quando non si trovano davanti a un pc ma hanno a disposizione un tablet o uno smarphone.
“Si tratta -continua Benedetti- di integrare sistemi come chat, telefonia, email e videoconferenza in un’unica soluzione adatta alle esigenze dei dipendenti delle aziende di oggi: persone che si muovono, lavorano fuori ufficio, hanno orari flessibili, devono condividere grandi quantità di informazioni e contenuti con colleghi, partner, clienti e fornitori”.

La comunicazione unificata risulta così una scelta che permette di ottimizzare i processi aziendali e di risparmiare.
“Le aziende del Nord Est – conferma Benedetti – si dimostrano fra le realtà italiane più orientate all’innovazione e crediamo che molte di esse investiranno nella comunicazione unificata e nello smart working nei prossimi anni”.
All’evento organizzato da beanTech è stata anche presentata in esclusiva per il Triveneto Dell UCReady, l’appliance di Dell e Microsoft per la Unified Communication che si integra con la rete aziendale, rendendo l’installazione di Lync 2013 molto più semplice e intuitiva. Si è parlato inoltre di Dell PowerEdge VRTX, la prima soluzione sul mercato a riunire server, storage e connettività di rete in un unico chassis.