Il 45% delle aziende teme attacchi complessi alle infrastrutture IT

461

Kaspersky propone la sua linea di prodotti per ridurre questi timori

Circa la metà delle aziende che hanno preso parte all’IDC Market Analysis Perspective condotto da IDC sono convinte che la crescita di attacchi mirati renda le proprie infrastrutture IT sempre più a rischio. I cyber criminali utilizzano infatti software nocivi dedicati per lanciare attacchi alle aziende e per tale ragione queste ultime presentano la necessità di proteggersi con soluzioni specifiche e complete.

“La sofisticazione e la complessità delle attacchi aumenta la necessità di un’offerta anti malware avanzata che protegga i diversi punti di accesso degli attacchi (web, rete, dispositivi, etc.) e minimizzi la necessità di risorse dedicate”, ha dichiarato Kevin Bailey, Research Director, EMEA Software Security Products and Services Policies di IDC.

Con la speranza di guadagnare ingenti somme di denaro dalla vendita di dati e informazioni confidenziali i cyber criminali investono infatti nell’acquisto o nello sviluppo di malware in grado di aggirare i sistemi di sicurezza delle aziende. Questi criminali sfruttano le vulnerabilità presenti in software molto diffusi, come Adobe Flash, Adobe Reader, Java, web browsers o componenti OS. Dal momento che tali applicazioni sono legittime e utilizzate dalle aziende, i criminali scommettono sul fatto che comportamenti irregolari da parte di questo software possano passare inosservati, permettendo quindi al malware di fare il proprio lavoro.

Tra tutte le violazioni scoperte nel 2012 da Kaspersky Lab, l’87% è stato individuato con l’aiuto di tecnologie euristiche integrate in alcuni prodotti tra cui Kaspersky Endpoint Security for Business.
Questi prodotti arricchiscono il software System Watcher che analizza i codici delle modifiche sospette anche di applicazioni assolutamente legittime, mentre la tecnologia Automatic Exploit Prevention, parte del modulo System Watcher, è in grado di localizzare e bloccare comportamenti inusuali.

Infine con la crescita del BYOD (Bring your Own Device), un numero sempre maggiore di dipendenti utilizza i propri dispositivi personali per lavoro e questo offre numerose opportunità per i cyber criminali. Le tecnologie per proteggere e gestire i dispositivi mobile che vengono utilizzati nella rete aziendale sono disponibili in Kaspersky Endpoint Security for Business, che garantisce una risposta efficiente alla necessità di protezione delle reti aziendali. In particolare, Kaspersky Security for Mobile, oltre alla scansione dei malware, è in grado di applicare policy restrittive alle applicazioni installate, identificare dispositivi a rischio e cancellare da remoto dati aziendali nel caso in cui il dispositivo dovesse essere compromesso.