EMC lancia la piattaforma software-defined ViPR

468

Con ViRP i clienti possono gestire sia le infrastrutture già esistenti che i dati che vi risiedono all’interno

Nel corso del suo tour mondiale non-stop di 24 ore per la presentazione di nuove tecnologie che diventeranno un punto di riferimento per il processo di IT Transformation, EMC Corporation ha annunciato il lancio della piattaforma storage software-defined EMC ViPR che sarà resa disponibile nel corso di questo mese.
Con ViPR i clienti possono gestire sia le infrastrutture storage già esistenti (mediante ViPR Controller), sia i dati che risiedono all’interno di esse (mediante ViPR Data Services), realizzando notevoli migliorie in termini di automazione e dotandosi di un’architettura storage moderna pronta per i deployment applicativi futuri. Lo storage supportato da ViPR comprende la nuova piattaforma Unified Storage EMC VNX e tutti gli array EMC VNX, EMC VMAX EMC VPLEX, EMC Isilon, EMC RecoverPoint e storage di terze parti come NetApp. ViPR getta le basi per la creazione di data center Web-scale senza bisogno di assumere migliaia di esperti tecnici per costruire un ambiente fortemente automatizzato.
ViPR metterà a disposizione fin dal momento della sua uscita Object Data Service, una funzionalità che distingue ViPR da qualsiasi altra soluzione presente sul mercato. ViPR Object Data Services supporta numerose API standard come Amazon S3, OpenStack Swift e Atmos. Ma non solo: gli elementi resi disponibili via API sono anche resi accessibili come se fossero file, garantendo performance di accesso senza la latenza che caratterizza gli attuali modelli di storage a oggetti.
A partire dal quarto trimestre del 2013, inoltre, EMC Global Services proporrà un nuovo Software Defined Storage (SDS) Workshop per fornire un punto di partenza ideale per tutti i clienti EMC che desiderano implementare ViPR nei propri ambienti IT.