Tecnologia e medicina: insieme si può

459

Un accordo tra Politecnico di Torino e Azienda Ospedaliera Ordine Mauriziano apre nuove prospettive su sistemi innovativi di cura, organizzazione e gestione sanitaria

Scienze mediche e discipline tecnologiche sono tradizionalmente intese come ambiti ben distinti, ma le nuove frontiere dell’innovazione si stanno facendo largo anche all’interno dell’ambito sanità.
Le recenti applicazioni biomedicali delle tecnologie più avanzate, la complessità della logistica e dell’organizzazione dei servizi di cura, la particolare attenzione che deve essere dedicata all’architettura delle strutture sanitarie sono solo alcuni degli esempi di come invece questi due settori siano sempre più interconnessi e ricevano reciprocamente nuovi stimoli che richiedono risposte innovative.

Proprio in questa prospettiva si inserisce l’accordo di partnership siglato dal Politecnico di Torino e dall’Azienda Ospedaliera Ordine Mauriziano che impegna le due istituzioni a condurre studi e ricerche congiunti nei settori delle applicazioni biomedicali, della logistica e organizzazione, dei sistemi informativi e technology assessment, dell’energia, dell’energia civile e architettura ospedaliera. L’intento è quello di promuovere la collaborazione tra i ricercatori dell’area medico – biologica e quelli dell’area ingegneristico – tecnologica.

Una delle prime ricerche condotte nell’ambito di questa collaborazione riguarderà l’elaborazione del segnale per applicazioni biomedicali, già oggetto di studio congiunto dei ricercatori dell’Ospedale e dell’Ateneo.
Oltre agli aspetti di ricerca, l’accordo prevede anche la collaborazione nella formazione, con la possibilità di svolgimento di tesi di laurea, stage e dottorati su queste tematiche.

La partnership ha preso ufficialmente il via con un incontro tra circa 80 ricercatori delle due istituzioni che si sono riuniti con l’interesse di identificare ambiti per eventuali sinergie e future collaborazioni.

“Sempre più il nostro Ateneo è impegnato nell’ambito delle scienze della vita, settore che sta acquisendo grandissima importanza come campo di applicazione della ricerca tecnologica, anche in risposta a bisogni sociali fondamentali, come la realizzazione di cure più efficaci grazie alle tecnologie, la progettazione di supporti funzionali per tutte le età della vita e per tutte le condizioni fisiche, la razionalizzazione dei servizi – ha commentato il Rettore del Politecnino Marco Grilli – . Questo accordo è un ulteriore passo per far incontrare i ricercatori su queste tematiche, in un contesto sempre più multidisciplinare”.

Vittorio Brignoglio, direttore dell’Azienda Ospedaliera Ordine Mauriziano di Torino, ha espresso la sua soddisfazione: “L’accordo di oggi è il segnale di un importante cambiamento epocale, in cui l’Azienda Ospedale Ordine Mauriziano ed il Politecnico si impegnano a far rete e a diventare sistema integrato, ponendo al centro della loro attenzione il cittadino, attraverso la realizzazione di progetti comuni di ricerca sanitaria, di innovazione tecnologica, organizzativa e di formazione”.