Commercialisti e consulenti del lavoro: in arrivo l’evento pensato per voi!

432

Venerdì 20 settembre un doppio appuntamento per essere in regola con le norme “Antiriciclaggio”

“In data 11 aprile 2013 la Banca d’Italia ha pubblicato il tanto atteso ‘Provvedimento recante disposizioni attuative in materia di adeguata verifica della clientela’ – dichiara Vito Clemente, amministratore di Computer Corner – e le nuove norme sull’antiriciclaggio entreranno in vigore dal 1° gennaio 2014, pertanto i professionisti dovranno acquisire tutte le competenze necessarie ad assistere nel modo migliore i propri clienti”.

Da questa esigenza è nata l’idea di organizzare un evento specifico sul tema “Antiriciclaggio” dedicato al mondo dei professionisti. L’iniziativa è organizzata da Infostudi.net (partner Zucchetti di Andria) e da Computer Corner (partner Zucchetti di Mola di Bari), con il patrocinio dell’Associazione dei Dottori Commercialisti e Esperti Contabili circoscrizione del Tribunale di Trani, dei Consigli Provinciali di Barletta-Andria-Trani di Bari, dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro e dell’Ordine dei Dottori Commercialisti.

L’appuntamento è per venerdì 20 settembre: la manifestazione si terrà al mattino ad Andria, dalle ore 10.00 alle ore 13.00 presso RAM Elettronica in via Ospedaletto km 1700, mentre il pomeriggio a Bari-Torre a Mare, dalle ore 16.00 alle ore 19.00 presso Barion Hotel & Congressi.

L’obiettivo dell’incontro è l’analisi delle modalità di adempimento da parte del professionista sia per essere conforme alle disposizioni sia per superare il controllo effettuato dalla Guardia di Finanza alla luce della circolare n. 83607/2012, al fine di individuare tutti gli aspetti pratici degli adempimenti da attuare per essere in regola con la normativa vigente e, al tempo stesso, al riparo da contestazioni in caso di verifiche.

Anche Ruggiero Cristallo, amministratore di Infostudi.net, pone l’attenzione sull’importanza dei contenuti dell’evento: “Ci saranno controlli sempre più stringenti su conti aperti di società operanti nei settori degli appalti, della sanità, dei rifiuti e delle energie rinnovabili, quindi commercialisti e consulenti del lavoro non possono permettersi una conoscenza superficiale in tema di antiriciclaggio”.