IBM: nuove tecnologie per aiutare i bambini malati

497

Nasce dalla collaborazione tra la società e il Boston Children’s Hospital una piattaforma basata su cloud per ampliare le conoscenze mediche e pediatriche

IBM va in soccorso dei bambini malati grazie alla tecnologia cloud.
L’azienda statunitense e il Boston Children’s Hospital hanno infatti presentato la prima piattaforma mondiale di tecnologia basata su cloud col fine di migliorare lo scambio di conoscenze mediche sulla cura dei bambini gravemente malati, indipendentemente dal luogo in cui essi vivono.

Sviluppata nei laboratori IBM di Cambridge, OPENPediatrics offre formazione ai professionisti sanitari utilizzando un’esclusiva esperienza di apprendimento on-demand, interattiva, digitale e “social”, che li doterà degli strumenti necessari a eseguire procedure e trattamenti salvavita per bambini che non avrebbero altrimenti accesso alla terapia intensiva. I contenuti sono realizzati dagli esperti del Boston Children’s Hospital e comprendono materiale eterogeneo di autorevoli clinici internazionali.

Grazie alla collocazione di OPENPediatrics nel cloud, ai clinici sarà garantito l’accesso alle informazioni mediche, ai moduli di formazione e alle best practices più recenti, così come alle interazioni sociali tra gli utenti. Nella fase pilota, OPENPediatrics è utilizzato da più di 1.000 medici e infermieri in 74 Paesi, in sei continenti.
IBM fornirà l’infrastruttura tecnologica, con piattaforme e soluzioni per il social networking, il cloud computing, data analytics, video e simulazioni e le abbinerà con la conoscenza e la competenza medica di altissimo livello del Boston Children’s Hospital per portare l’assistenza pediatrica alle comunità globali. IBM interactive, l’agenzia digitale della società, ha sviluppato l’interfaccia tecnologica.

Ma che cos’è più nel dettaglio OPENPediatrics?
E’ una piattaforma didattica basata su cloud, che utilizza tecnologie di social networking avanzate per condividere la conoscenza sulle best practices nell’assistenza dei bambini con malattie gravi, attraverso moduli di formazione, dimostrazioni video, simulazioni e scambio di conoscenze tra i medici. La piattaforma OPENPediatrics comprende: un social network che mette in contatto la comunità globale di medici e infermieri pediatrici per favorire lo scambio di idee sulle best practices e per discutere quesiti tra colleghi; programmi di studio on-demand e letteratura medica sulla cura specialistica pediatrica; video di formazione su procedure avanzate quali il posizionamento di drenaggio toracico; simulazioni, che creano un ambiente di apprendimento interattivo, consentendo ai medici di esercitarsi su trattamenti completi in contesti virtuali.
I primi riscontri dimostrano che OPENPediatrics sta cambiando anche le cure: alla Fundación Aldo Castañeda in Guatemala, ad esempio, i medici che utilizzano OPENPediatrics hanno appreso nuovi modi per evitare le infezioni, da cui è scaturito un nuovo programma di prevenzione.

OPENPediatrics è progettato per funzionare sia online che offline. Può essere caricato su PC o perfino su una chiavetta USB, così da consentire ai medici in luoghi remoti con limitata larghezza di banda di accedere o condividere i dati. Una volta collegato a Internet, il programma si sincronizza automaticamente con i dati di formazione più aggiornati e con le interazioni sociali via cloud.

La versione 1.0 di OPENPediatrics è prevista per la fine dell’anno. Anche la nuova piattaforma di social learning di IBM, che alimenta OPENPediatrics, sarà introdotta più diffusamente in nuovi settori nei prossimi mesi.