La nuova sfida Microsoft: portare il Cloud nelle PMI

393

L’azienda intende offrire una guida alle piccole e medie imprese italiane e promuoverne l’innovazione attraverso un ecosistema di partner qualificati radicati nel territorio

Microsoft Italia ha presentato gli obiettivi della Divisione dedicata alle PMI e ai Partner, che sotto la guida della new entry Vincenzo Esposito, Direttore da giugno 2013, ha l’obiettivo di promuovere la digitalizzazione delle imprese italiane facendo leva su un ecosistema di partner competenti radicati sul territorio.

Principale priorità della divisione è quella di guidare le PMI italiane nel processo di adozione del Cloud Computing, come strumento di competitività per l’intero Paese.
“Microsoft, essendo un’azienda molto influente, ha il dovere di spingere verso questo nuovo trend – afferma Esposito – . Adesso siamo arrivati al punto di svolta: chi non opera questa transazione non è destinato a rimanere al passo con l’innovazione. Quello che chiediamo ai nostri partner è capire che questo è uno shift epocale ed il momento giusto per abbracciarlo è arrivato, è questo”.

“La nostra azienda si impegna nel sostenere i Partner, farli crescere e guidarli verso nuovi modi di fare business” dichiara Luca Venturelli, Partner Strategy Lead di Microsoft Italia.

Una recente ricerca Microsoft – Ipsos Mori dimostra infatti che il Cloud è un elemento fortemente differenziante: le piccole imprese che ne fanno già uso si rivelano le più innovative e propense a investire in tecnologia per far fronte al difficile momento socio economico. In particolare, il 47% ritiene che l’IT giochi un ruolo chiave per il successo dell’organizzazione e il 70% concorda sul valore delle proprie soluzioni IT per lavorare in modo efficiente.
La ricerca rileva un atteggiamento delle PMI italiane sempre più positivo nei confronti del Cloud Computing. La maggior parte di loro è convinta che il Cloud diventerà sempre più importante per il loro successo (53%).

Microsoft non si lascia cogliere impreparata, percepisce il cambiamento e con la nuova squadra si impegna a promuovere la diffusione del Cloud in questo segmento di mercato sempre più in crescita. La percentuale delle aziende che dichiara di fare uso di un qualche servizio di cloud risponde infatti al 44% del campione, in linea con il dato dell’Europa Occidentale (45%).

Ma perchè le aziende dovrebbero scegliere il cloud?
Secondo l’indagine, i fattori determinanti che spingono verso l’adozione di questa tecnologia sono l’esigenza di sicurezza (75%), di semplicità (74%) e la business continuity (72%).

“Scopo primario di Microsoft è portare sul mercato la sua offerta commerciale. Due sono le aree per noi fondamentali. Il primo focus è Office 365, l’estensione delle suite che ha reso famosa Microsoft anche nel mondo del Cloud, mentre il secondo è la piattaforma di public cloud Windows Azure – continua Vincenzo Esposito – . Ma l’azienda si impegna anche per offrire consulenza attraverso il proprio ecosistema di 27.000 Partner radicati sul territorio e per garantire costanti occasioni di formazione rivolte alle PMI“.

Un interessante progetto portato avanti dall’azienda a questo proposito è “Digitali per crescere”, sviluppato attraverso la collaborazione di molteplici attori pubblici e privati, intende accompagnare le PMI nel loro processo di adozione del Cloud Computing e delle nuove tecnologie, anche attraverso un ciclo itinerante di eventi nelle principali città italiane.