Cisco: la risposta alle esigenze del moderno spazio di lavoro

463

L’azienda presenta le sue nuove soluzioni di collaborazione enterprise. La qualità si coniuga con intuitività e semplicità

Importanti novità in ambito collaborazione, con particolare riferimento allo spazio di lavoro moderno per permettere agli utenti di lavorare meglio, in modo più efficiente e da qualsiasi luogo. Cisco ha presentato delle nuove soluzioni pensate per i dipendenti mobile o il personale distribuito sul territorio, che consentono ai team di lavoro di connettersi, comunicare e collaborare in modo semplice, così da poter rispondere velocemente alle richieste e prendere rapidamente delle decisioni.

In particolare, Cisco è focalizzata nel fornire tecnologie che rimuovono le barriere alla collaborazione in tempo reale e nel renderne piacevole l’utilizzo. Per permettere alle aziende di proteggere le proprie comunicazioni, Cisco ha presentato Cisco Expressway, un gateway avanzato che gestisce la sicurezza senza dover effettuare la registrazione e creare account e password sul dispositivo. Ciò significa che gli utenti, indipendentemente dal luogo in cui si trovano, possono ottenere accesso immediato a tutti i loro strumenti di collaborazione, velocizzando la comunicazione e rendendola più efficiente.

Jabber Guest è invece una nuova soluzione Cisco che utilizza le funzionalità di sicurezza di Expressway per fornire “accesso guest” a qualsiasi persona esterna all’azienda, come ad esempio un partner, consulente o utente che ha bisogno di aiuto, in modo che possa comunicare con i dipendenti interni utilizzando voce e video ad alta definizione tramite browser web o un dispositivo mobile. I dipendenti possono anche condividere i dati con le persone esterne all’azienda, il tutto con un semplice click del mouse e un tocco di dito.
Consentendo alle aziende di utilizzare funzionalità voce, video e di condivisione dei dati in tempo reale dal loro sito web e dalle applicazioni di posta elettronica e mobile, Jabber Guest permette di migliorare le vendite, velocizzare la risoluzione dei problemi e accrescere la soddisfazione del cliente.

La seconda generazione dei terminali Cisco TelePresence MX300 è invece una soluzione assemblabile in soli 15 minuti e offre la funzionalità di “doppio display” che permette di connettere facilmente un ulteriore schermo o monitor, migliorando la condivisione dei contenuti. L’utilizzo di funzionalità di conferenza con più persone è ancora più semplice: possono infatti essere connessi simultaneamente fino a quattro endpoint senza la necessità di un’unità di controllo multipoint o MCU.

Cisco ha poi presentato una serie di funzionalità che permettono di unire il mondo mobile e quello degli ambienti di collaborazione fissi/on-permise: la nuova funzionalità Intelligence Proximity permette infatti di collegare i dispositivi mobile personali con i prodotti on-premise in ufficio, migliorando l’esperienza dell’utente. Il primo endpoint Cisco a beneficiare di questa funzionalità è il Cisco DX650 Smart Desk Phone basato su Android
A partire da novembre, gli utilizzatori del telefono DX650 potranno sincronizzare via wireless il proprio telefono desktop con i telefoni cellulari Apple e Android.

La nuova offerta comprende anche miglioramenti infrastrutturali che semplificano la gestione IT degli strumenti in collaborazione: Cisco Prime Collaboration fornisce all’IT un’unica console di gestione unificata da cui amministrare la maggior parte dei prodotti di collaborazione di Cisco. Inoltre, con la comparsa del BYOD (Bring Your Own Device) nello spazio di lavoro, Prime Collaboration permette all’IT di fornire agli utenti il permesso di aggiungere al sistema i propri dispositivi personali – telefoni, tablet, ecc., consentendo ai dipendenti di connettersi velocemente e condurre comunicazioni più eloquenti.