Exprivia per le Marche

540

La società si aggiudica la progettazione e la realizzazione del sistema di diagnostica per immagini della Regione, confermando così il suo ruolo quale fornitore di riferimento nella sanità elettronica

Exprivia, società specializzata nella progettazione e nello sviluppo di tecnologie software innovative e nella prestazione di servizi IT per il mercato banche, finanza, industria, energia, telecomunicazioni, utility, sanità e pubblica amministrazione, ha firmato con la Regione Marche il contratto per la progettazione e la realizzazione del sistema regionale di diagnostica per immagini.

Il progetto si colloca all’interno di un ampio programma che la Regione Marche sta attuando per potenziare il sistema informativo sanitario e socio-sanitario regionale di cui il network regionale di diagnostica per immagini, la cui realizzazione è stata affidata ad Exprivia, costituisce uno dei nodi principali.
Il contratto prevede la fornitura di un sistema RIS (Radiology Information System) unico a livello regionale e di un sistema di teleconsulto e teleradiologia a servizio delle oltre 40 Strutture tra Ospedali e Presidi Ospedalieri della Regione.

Molteplici i vantaggi che l’apparato sanitario marchigiano trarrà dalla realizzazione del sistema regionale di diagnostica per immagini. Ad esempio, diventerà possibile la distribuzione delle bioimmagini e dei relativi referti su tutto il territorio marchigiano, permettendo la fruizione delle informazioni e la corretta alimentazione del Fascicolo Sanitario Elettronico oltre alla “consultazione e refertazione a distanza” con la possibilità di avvalersi di un supporto specialistico e competenze cliniche anche non locali.
Inoltre il sistema prevede lo sviluppo dell’infrastruttura per la rete di emergenza che consentirà di abilitare sul territorio funzioni di teleconsulto neuro-radiologico e neurochirurgico tra centri periferici e centri di riferimento.

Infine, l’accesso strutturato ad un maggior quantitativo di informazioni sulla storia sanitaria del paziente consentirà di realizzare referti più puntuali e precisi con un incremento della qualità in termini di affidabilità, specificità e sensibilità diagnostica.
La commessa è stata aggiudicata per un importo complessivo di 1,3 milioni di Euro e sarà sviluppata nell’arco di tre anni.

“L’affidamento ad Exprivia di questo contratto così importante e complesso conferma il suo ruolo di primo piano per le soluzioni sanitarie soprattutto in ambito regionale – dichiara Pierfilippo Roggero, amministratore delegato di Exprivia -. Il nostro Gruppo, infatti, si è sempre contraddistinto in particolare per l’affidabilità, la flessibilità e l’efficienza nell’erogazione dei servizi oltre che nello sviluppo delle soluzioni più innovative in ambito ospedaliero e regionale; tutto questo è confermato dalla nostra presenza in oltre 250 istituti ospedalieri nazionali ed esteri”.