ReeVo: bilancio sul Wholesale Partner Program

424

Con questo progetto Salvix ha impedito la spersonalizzazione del partner, che ha invece acquisito la sua nuova identità nei servizi cloud

Con il concludersi dell’anno arriva sempre il tempo dei bilanci e delle rendicontazioni.
Salvix tira le somme, in particolare, sul ReeVo Wholesale Partner Program, un programma di canale dedicato ai rivenditori e ai partner nato intercettando le esigenze di tutti coloro che non vogliono o non possono investire in risorse infrastrutturali e in personale per la gestione di risorse localizzate nel cloud.

Aderendo al progetto ReeVo Wholesale Partner Program, il partner diviene praticamente possessore di un suo datacenter. Il programma permette al dealer di essere riconosciuto come erogatore dei propri servizi nella nuvola, rispondendo pienamente alle esigenze richieste dal loro target di clienti.

“Con il ReeVo Wholesale Partner Program, crediamo di aver ascoltato le esigenze dei partner consentendo loro di mantenere viva la propria identità – fanno sapere da Salvix -. Il programma, infatti, mette a disposizione del canale le piattaforme di configurazione e delivery che permettono di personalizzare e configurare tutti i “prodotti/servizi” offerti dal portafoglio ReeVo : My Cloud DataCenter – My Cloud Box – My Cloud Backup – My Cloud Mail.
Siamo certi che con questi servizi il partner diventi primo attore, erogatore diretto del servizio prescelto e potrà sviluppare il proprio listino di servizi tenendo conto della strategia commerciale che intende intraprendere”.
Aderendo al programma, il partner potrà identificare i servizi con il proprio logo e col proprio nome. Tutta l’infrastruttura sarà identificata con il brand del partner Wholesale, “obbligando” il cliente finale ad avere una user experience tale da riconoscere il suo rivenditore come unico erogatore del servizio.

Il ReeVo Wholesale Partner Program è stato rilasciato nel mese di ottobre ed in questo breve lasso di tempo già quattordici partner hanno aderito e altri stanno valutando le soluzioni attraverso piattaforme demo che sono state messe a loro disposizione.