Riverbed Technology: cambiare con competenza

619

Trasformare: una parola che l’Application Performance Company conosce bene. E non solo per una nuova ricerca che mette in primo piano la necessità di consolidare l’infrastruttura prima di investire in nuovi applicativi. Ma anche per il processo di mutazione che la società stessa ha subito nel corso del tempo. Unica costante: la preparazione

“Transformare” per vincere. Da una recente ricerca commissionata da Riverbed Technology emerge che spesso le aziende investono in nuovi applicativi per seguire i trend del momento, quali Cloud Computing, Big Data, Social Media e Mobilità, ma senza poi trovare una risposta adeguata in termini di ritorno degli investimenti.
Dove sbagliano le aziende? La survey parla chiaro: solo coloro che investono prima in consolidamento ed organizzazione dell’infrastruttura possono trarre un reale vantaggio dall’adozione delle nuove tecnologie. Continuare ad investire in nuove applicazioni senza che sotto vi sia l’infrastruttura adeguata, invece, non può che portare a risultati deludenti.

Solo un’azienda su quattro, i così detti “Transformer” hanno ben chiaro questo concetto, e solo loro riconoscono l’importanza di una rete e di un’infrastruttura applicativa a elevate prestazioni per massimizzare l’impatto degli investimenti in applicazioni e tecnologie.
I Transformer comprendono, infatti, che solo la tecnologia ottimizzata per l’ambiente globale IT in rete può mantenere le sue promesse.

Ma il tema della Trasformazione necessaria non emerge forte e chiaro solo dalla survey che abbiamo appena preso in esame. Riverbed Technology, infatti, ha di recente affrontato a livello aziendale una profonda mutazione per diventare un’ azienda che mette al centro la performance. La società ha infatti ampliato il suo business tradizionale relativo all’ottimizzazione delle reti estese mediante la progressiva acquisizione di nuove società nel corso del tempo: Opnet nel 2012, Mazu nel 2009 e Zeus nel 2011. Le aree in cui opera la società sono anche quelle relative all’Application Performance e al Network Performance Management, oltre che all’Application Delivery Control e allo Storage Delivery.

Avendo a disposizione una serie sempre più variegata di soluzioni quello che la società sta cercando di fare sul fronte del canale, dove passa il 90% del suo business, è un’opera di segmentazione e di incremento del numero dei partner.
I partner decideranno con la società quale area seguire e a quella si dedicheranno. I prossimi mesi saranno all’insegna di operazioni di scouting, training e certificazione. Perché in Riverbed Techonolgy la competenza viene sempre prima di tutto.