Logistica italiana sempre più in alto

443

Paolo Bisogni, presidente AILOG, è stato eletto vicepresidente ELA, mentre Agostino Fornaroli entra nel Consiglio ECBL ed è nominato auditor ELA. Bruxelles attribuisce così alla logistica italiana un importante riconoscimento

Un importante riconoscimento per la logistica italiana è stato registrato a Bruxelles, dove Paolo Bisogni, presidente AILOG, è entrato nel board ELA (European Logistics Association) ed è stato eletto alla carica di vicepresidente dell’associazione.
Nella stessa occasione Agostino Fornaroli, vicepresidente uscente di ELA, del cui board continuerà a far parte come auditor, è entrato nel Consiglio Direttivo di ECBL (European Certification Board of Logistics), l’organismo di certificazione delle competenze logistiche a livello europeo.

“Considero la conferma di un esponente AILOG ai vertici dell’associazione europea di logistica – ha commentato Paolo Bisogni – come un riconoscimento dell’elevato valore della logistica italiana e della sua capacità di fungere da fattore aggregante della nostra comunità professionale a livello internazionale: si tratta di qualità che si rivelano ancora più preziose in una fase non facile della vita delle associazioni”.

AILOG è l’Associazione Italiana di Logistica e di Supply Chain Management, che rappresenta il punto di incontro e di riferimento per i professionisti della logistica. L’organizzazione si propone di individuare le soluzioni finalizzate al perseguimento dell’efficienza logistica nei rapporti tra produzione, distribuzione, servizi e infrastrutture.