Oracle si allea con l’Universita degli Studi di Palermo per promuovere l’innovazione tecnologica

394

La società ha siglato un accordo con l’Istituto Universitario per promuovere i processi di modernizzazione all’interno della PA e delle piccole e medie imprese. Le prime sperimentazioni saranno focalizzate sulle nuove frontiere del Cloud Computing

Oracle Italia e l’Università degli Studi di Palermo hanno siglato un protocollo d’intesa per la creazione di un Centro di Competenza in grado di promuovere la crescita della cultura tecnologica presso la Pubblica Amministrazione, il settore sanitario e le piccole e medie imprese siciliane, senza comunque trascurare la prospettiva nazionale. Le prime sperimentazioni saranno focalizzate sulle nuove frontiere del Cloud Computing, e, in particolare, sulla sperimentazione in Cloud del Fascicolo Sanitario Elettronico di seconda generazione per la Regione Sicilia.

L’accordo siglato intende inoltre favorire la nascita e lo sviluppo di competenze e conoscenze in altre aree tecnologiche, che vanno dalla sicurezza e privacy dei dati fino all’alta affidabilità e continuità operativa dei sistemi, dall’information discovery e alla gestione documentale.

Nelle intenzioni di Oracle Italia e dell’Università degli Studi di Palermo, questo accordo fungerà inoltre da catalizzatore per le società locali di sviluppo software: se infatti da una parte si propone di diffondere presso tali aziende conoscenze specifiche sulle applicazioni e infrastrutture che verranno sviluppate, dall’altro intende stimolare la crescita delle professionalità sul territorio affinché queste siano in grado di dare il necessario supporto alla gestione ed evoluzione delle soluzioni messe a punto.

Il Centro di Competenza verrà ufficialmente inaugurato martedì 15 aprile presso l’ateneo di Palermo e avrà sede presso le strutture del Dipartimento di Fisica e Chimica.