Sick, innovazione nell’identificazione automatica

442

Lanciata LECTOR 65x, una nuova linea di lettori di codici a camera con regolazione dinamica del fuoco

La filiale italiana di Sick, azienda di rilievo mondiale nella produzione di sensori, ha lanciato LECTOR 65x, una nuova linea di lettori di codici a camera.

Guardando meglio alle caratteristiche della nuova linea scopriamo che LECTOR 65x possiede una camera ad alta risoluzione con algoritmi intelligenti di decodifica che garantiscono la lettura omnidirezionale di codici 1D e 2D, a barre, Data Matrix, MaxiCode o QR Code, anche parzialmente danneggiati, con ottima flessibilità in termini di posizione del codice e profondità di campo. Il lettore di codice è disponibile con due varianti di fuoco: la versione Flex, che permette di scegliere l’ottica e l’illuminazione integrata più adatte per la specifica applicazione, fornendo una soluzione flessibile ed economicamente vantaggiosa; e la versione con Fuoco Dinamico, dove la camera impiega una frazione di secondo per adattare la posizione focale da oggetto a oggetto, modificando la distanza di lettura in base all’altezza dell’oggetto stesso.

Entrambi i modelli sono dotati di sensore con risoluzione da 2 o 4 Megapixel per identificare in modo affidabile un codice 1D con risoluzione di 0.35mm in un campo di lettura di circa 500mm x 500mm.

Ma per cosa si usano questi lettori? Tipicamente il lettore di codici a camera LECTOR 65x trova applicazione nei processi di smistamento automatico dell’intralogistica, ma anche i processi di movimentazione e smistamento manuale possono essere parzialmente automatizzati grazie a questa soluzione. Nell’automazione industriale i lettori di codici possono esprimere al meglio il loro potenziale, come ad esempio nell’identificazione di pneumatici o nelle stazioni dei fine linea nell’imballaggio.