Gruppo NoemaLife sbarca in Marocco

520

E’ stato scelto dal servizio sanitario delle forze armate reali marocchine per il rinnovamento del sistema informativo ospedaliero di sette dei suoi ospedali militari. Il valore del contratto per la prima del progetto ammonta a 1 milione di euro

Il servizio sanitario delle forze armate reali del Marocco ha scelto il sistema informativo ospedaliero del Gruppo NoemaLife  per sette dei suoi ospedali militari.
Il progetto sarà condotto in più fasi, le prime delle quali si concentreranno sull’informatizzazione dell’Ospedale Militare Mohammed V di Rabat. Il valore del contratto per la prima fase ammonta a 1 milione di Euro.

“Abbiamo voluto dotarci di un sistema informativo in grado di supportare a pieno le esigenze delle nostre attività e capace di sviluppare una logica di strategia territoriale. L’approccio integrato e multi-istituzionale offerto da Medasys, la società francese del Gruppo NoemaLife, ha completamente soddisfatto le nostre esigenze” ha dichiarato il colonnello Janah, direttore dei Sistemi Informativi dello Stato Maggiore del Servizio Sanitario delle Forze Armate Reali del Marocco, nonchè direttore attuativo del progetto del sistema informativo de l’Hôpital Militaire d’Instruction Mohammed V.

Il perimetro del progetto è piuttosto ampio e comprende l’implementazione di cartelle cliniche elettroniche, fatturazione digitale, gestione del flusso operatorio, governo elettronico della farmacia e del magazzino, gestione geo-localizzata delle emergenze, governo dei processi di biologia e radiologia. Le diverse piattaforme informatiche saranno collegate con un sistema di prescrizione completamente digitale, senza alcun utilizzo di carta.
Questo primo successo in Nord Africa rientra nella strategia di esportazione del Gruppo, come conferma Frédéric Vaillant, CEO di Medasys: “Siamo particolarmente orgogliosi che le Forze Armate Reali Marocchine abbiano dimostrato piena fiducia in questo ambizioso progetto che, riguardando diversi ospedali, sarà il primo di questo genere in Africa”.