Sanità: largo ai dispositivi monouso!

437

La Rays di Ancona è un esempio dell’aumento nell’utilizzo di queste soluzioni: ha registrato un +32% nel fatturato dal 2011. Da un anno la rivoluzione informatica del magazzino, inoltre, ha permesso di ottimizzare la gestione, dalla fornitura alla consegna

420 milioni di guanti, 140 milioni di siringhe, 12 milioni di tute protettive distribuiti in un anno. Tutti, rigorosamente, monouso e di ottima qualità. L’azienda Rays, nata nel 1993, ha sede a Osimo (Ancona) e conta 3mila clienti in tutta Italia, tra cui 200 aziende sanitarie locali, distributori e grossisti, e 19 Paesi esteri. Una rete capillare che viene rifornita quotidianamente con il materiale usa e getta, indispensabile per svolgere in sicurezza e igiene il lavoro. La Rays si avvale di 20 dipendenti altamente qualificati, ha un magazzino di 8mila metri quadrati e 1500 metri quadrati di uffici e sale multimediali.

3074_magazzino_webIl successo della società, che negli ultimi tre anni è passata da un fatturato di 20 a uno di 26,5 milioni di euro, e l’aumento degli ordini hanno reso necessario introdurre una gestione più accurata della macchina organizzativa. Così è entrata in scena Overlog, azienda friulana esperta in soluzioni di magazzino, che, dopo aver analizzato la situazione, ha elaborato una soluzione ad hoc per migliorarla. Il progetto è partito a luglio 2013 e in pochi giorni ha cambiato il volto del magazzino. Il gestionale già in uso dall’azienda è stato integrato con la Soluzione Logistica Integrata di Magazzino SLIM2k, che è sviluppata e distribuita, in Italia e nel mondo, in esclusiva da Overlog.
Tutti i fornitori si sono adeguati al nuovo sistema stampando loro stessi le etichette con codice a barre identificative della merce. Una sorta di carta d’identità che consente, semplicemente con un lettore laser, di conoscere subito lotto e scadenza. Uno strumento utile per risalire in fretta, ad esempio, a un lotto non conforme o difettato, bloccandolo.

Grazie a questo sistema, l’azienda è riuscita ad ottimizzare la gestione e le risorse: “Dal punto di visto commerciale, tutti gli agenti possono sapere in tempo reale quali merci abbiamo in magazzino, così da gestire con precisione ordini e consegne – spiega Andrea Marconi, Logistic Manager di Rays. -. Inoltre possiamo sapere quando un prodotto sta per finire e procedere per tempo con l’ordine, visto che abbiamo tempi di approvvigionamento piuttosto lunghi. Possiamo anche sapere con un certo anticipo la merce in scadenza, proponendo offerte commerciali in tempo utile per smaltirli”.

È stata semplificata molto l’operatività del gestionale, disaccoppiando la gestione del magazzino e quella dell’amministrativo, ed anche la logistica della spedizione è stata automatizzata: il documento di trasporto realizzato in automatico indica numero di colli e di bancali e in questo modo c’è garanzia di accuratezza nella spedizione.