3M Italia e Expert System firmano un accordo

487

L’obiettivo della collaborazione è quello di sviluppare congiuntamente prodotti per migliorare la gestione e il controllo delle attività svolte all’interno delle strutture ospedaliere

3M Health Information Systems, divisione 3M  specializzata nello sviluppo di strumenti informatici avanzati per la classificazione delle attività ospedaliere e per la programmazione di sistemi sanitari, ed Expert System, società specializzata in tecnologia semantica per la gestione delle informazioni, hanno firmato un accordo per lo sviluppo di sistemi avanzati per il controllo e la codifica della documentazione in campo sanitario.

L’accordo sottoscritto tra le due società prevede opportunità di business grazie alla messa a punto di innovativi sistemi di analisi e di codifica delle attuali informazioni cliniche. L’integrazione con strumenti di analisi semantica dei testi permetterà infatti di controllare la completezza della cartella clinica e automatizzare la fase di codifica del ricovero in ICD9 e ICD10, con l’obiettivo di semplificare il processo di controllo, prendere decisioni più accurate, risparmiare tempo e risorse.

“Per 3M Health Information Systems – commenta Rino Feduzi, Health Information Systems Business Manager di 3M Italia – questo accordo si inserisce in un piano strategico 3M globale di continuo sviluppo di nuove soluzioni e di nuovi servizi informatici per le strutture sanitarie. Abbiamo scelto di collaborare con Expert System perchè riteniamo che la loro leadership nel campo dell’analisi semantica potrà portare un notevole contributo di innovazione nell’informatizzazione sanitaria”.

“Grazie alle potenzialità del nostro software, che capisce il significato delle parole – spiega Stefano Spiaggiari, amministratore delegato di Expert System – agevoliamo una codifica automatica più corretta e veloce, snellendo il processo di controllo. L’accordo sottoscritto con 3M Health Information Systems ci permette di unire le rispettive competenze per fornire risposte adeguate al problema della gestione informativa nel complesso settore della cura della salute e delle prestazioni professionali”.