Cablaggi in Rame e in Fibra Ottica: la sfida del test

475

In programma due seminari gratuiti a Milano e Roma per il mese di giugno per esaminare l’evoluzione degli standard. Per il prossimo decennio, infatti, sono previste velocità trasmissive sempre più alte e tolleranza a disturbi ed errori (BER) sempre più ridotta

Si terranno a Roma il 3 giugno e a Milano il 12 due seminari gratuiti, organizzati da Spring e Fluke Networks con il patrocinio di Assotel, dal titolo “L’evoluzione degli standard sui cablaggi in rame e in fibra ottica. La sfida del test”.
Gli standard IEEE 802.3an per il 10GBase-T e 802.3ba per il 40/100 GE su fibra ottica MM, le applicazioni Ethernet 10Gb/s su cavo in rame di Cat.6 e Cat.6A, così come le prime indiscrezioni sulla futura Cat.8, indicano chiaramente che il test di certificazione assume un ruolo determinante e insostituibile per la conferma delle prestazioni attese. Senza dimenticare applicazioni introdotte di recente (per es. PoE) e che richiedono test aggiuntivi anche sulle tecnologie di cablaggio preesistenti (Cat 5e, Cat 6).

Gli standard sul cablaggio e sul test evolvono di conseguenza per sottolineare l’importanza assunta dall’attività di certificazione e imponendo nuovi strumenti, nuove regole e nuove procedure adeguate alla criticità del compito nello scenario attuale.

Questi incontri della durata di mezza giornata vogliono fare il punto su un argomento che, tradizionalmente, è sempre stato tra i più trascurati ma che oggi, se non affrontato in modo corretto, è in condizione di prendersi costose rivincite.