• BitMat
  • CBR
  • Linea EDP
  • ITIS
  • Top Trade

Zebra Technologies: una maggiore visibilità, per una maggiore redditività

Zebra

di Danilo Tarantino

Internet of Things e mercati emergenti per far crescere il “category power”. La nuova strategia di Zebra per dominare il mercato dell'Aidc
, , ,

“See more, do more”. Non un semplice slogan; una filosofia per Zebra Technologies. L’Italia Partner Event, tenutosi nei giorni scorsi a Roma, ha esaltato lo ‘spirito innovativo’ insito nella strategia dell’azienda, che nell’arco dello scorso anno ha raggiunto il traguardo del miliardo di dollari di fatturato e che si appresta a segnare nuovi record a riguardo nel secondo e terzo trimestre del 2014.

Davide Guerra, Vp Sales Emea di Zebra, intervenendo all’evento romano ha rimarcato quanto sia importante per un’impresa rinnovare costantemente la propria strategia per non soccombere in un mercato, quale quello dell’Aidc, ‘bloccato’ in termini di redditività: prezzo medio dei prodotti costantemente in calo, richiesta sempre in crescendo. Risultato: fatturato fermo, seppur col doppio delle vendite. Impossibile rimanere a galla a lungo in questo panorama ‘statico’. Si rende dunque necessario increspare le acque, dare una scossa al mercato. Zebra è riuscita in questo intento, puntando su mercati emergenti, adattandosi quindi a culture completamente differenti grazie alla capacità dell’azienda di comprendere, ascoltare e rispondere ai bisogni dei clienti. Clienti, appunto, al centro; come centrale è il supporto della rete globale di partner e rivenditori, che consente di garantire un servizio di assistenza capillare in tutto il mondo. Zebra vanta infatti stretti rapporti di collaborazione con tutti gli operatori del settore dell’identificazione automatica, inclusi rivenditori Var (Value Added Reseller), integratori di sistemi, fornitori di hardware indipendenti, Alliance Partner strategici e fornitori di software indipendenti; grazie all’unione di tutte queste risorse, l’azienda è in grado di offrire soluzioni affidabili, scalabili e complete.

Focus, infine, sui mercati verticali. In particolare con soluzioni rivolte al settore sanitario. Una scelta vasta, per una risposta specifica.

Zebra mostra le unghie

Impattare il mercato con ‘aggressività’, dunque. Lo dimostra anche la recente acquisizione dell’Enterprise Business di Motorola, segno di una mentalità rivolta alla crescita. Crescita, appunto, che non potrà prescindere da soluzioni basate su dispositivi intelligenti e interconnessi, ovvero ciò che chiamiamo “Internet of Things”. Proprio l’IoT è stato segnalato da Guerra come il fattore con maggior potenziale per far crescere il cosiddetto “category power”, e su cui investire con più decisione nella visione a lungo termine dell’azienda.

Maggiore visibilità, per una maggiore redditività

Gli elementi fin qui citati hanno consentito a Zebra di raggiungere una velocità di crescita doppia rispetto a quella del mercato, diventando inoltre sinonimo di intuizione grazie alla capacità di offrire ai clienti la completa visibilità della loro catena del valore, mediante strumenti che vanno dai codici a barre alla tecnologia Rfid, fino alle soluzioni di localizzazione in tempo reale (Rtls). Di visibilità infatti si parla; aumentare quest’ultima è la mission aziendale. E per farlo occorre ricordare Daniel Gilbert: “L’essere umano è l’unico animale che pensa al futuro”. Questo, secondo Guerra, deve essere il punto di partenza. Nexting, Predicting, Imagining i pilastri su cui fondare il ponte che porta ad una maggiore visibilità, per una maggiore redditività. “See more, do more”, appunto.

© Riproduzione Riservata

Lascia un Commento

I miei articoli

Seguici       •             |      Registrati