Display grafici a colori TFT personalizzati? Ora si può!

725

E’ oggi possibile sostituire i tradizionali display LCD alfanumerici con schermi a colori tipo smartphone (TFT) anche quando il rapporto tra larghezza e altezza non corrisponde allo standard. Il tutto a prezzi accessibili

andersDX, società specializzata nella produzione di interfacce utente elettroniche, lancia dei nuovi display TFT a colori in grado di sostituire i tradizionali display alfanumerici a cristalli liquidi in tutte quelle applicazioni che richiedono un formato, e quindi un rapporto larghezza/altezza, non standardizzato.
Il servizio di semi-personalizzazione riguarda display TFT a colori di 4,3″ e 2,8″, che possono essere tagliati per ottenere l’altezza desiderata e che aggiungono a questo la possibilità di associare anche la funzione touch screen e altri elementi custom, come la retroilluminazione.
I costi fissi iniziali sono ridotti a meno di un decimo rispetto alla personalizzazione totale.

“Ovunque i clienti desiderano eliminare dai propri sistemi i grigi moduli LCD alfanumerici, rimpiazzandoli con display grafici a colori, spesso dotati anche di comandi tattili – spiega Paul Hooper, sales manager di andersDX -. I display TFT, però, sono prodotti in formati standard e fino ad oggi il costo della produzione in dimensioni personalizzate è stato proibitivo nella maggior parte delle applicazioni industriali. Utilizzando un nuovo processo di fabbricazione, andersDX è ora in grado di tagliare i display TFT standard dando loro l’altezza desiderata: si apre così un mondo di nuove potenziali applicazioni. Un ottimo esempio sono gli apparati installati nei rack: un display TFT standard è troppo alto per il pannello frontale di un modulo rack 1U”.

“E’ stato più e più volte dimostrato che l’interfaccia utente ha un forte impatto sulla percezione che l’utilizzatore ha del proprio dispositivo ed è, quindi, ciò che lo differenzia sul mercato – prosegue Hooper -. Il servizio offerto da andersDX consente ai clienti di trasformare le proprie interfacce utente, aggiungendo un display grafico a colori delle stesse identiche dimensioni del loro attuale schermo alfanumerico LCD. Con in più la possibilità di prevedere comandi tattili e altri elementi per migliorarne l’uso”.