Ruckus connette la Fisica Nucleare

511

La società ha installato presso l’Istituto Nazionale gli access point ZoneFlex 802.11n per assicurare una connettività potente e affidabile a tutto lo staff dei Laboratori Nazionali del Sud di Catania

Il Wi-Fi di Ruckus Wireless, azienda specializzata nella fornitura di sistemi wireless avanzati per il mercato delle reti mobili, supporta la ricerca dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare. In collaborazione con i Laboratori Nazionali del Sud (LNS) è stato dato il via a un progetto volto a fornire una copertura Wi-Fi potente e affidabile all’intero staff dell’Istituto per garantire la continuità del lavoro con una connettività a prova di strumentazioni complesse e garantendo contemporaneamente la sicurezza dei dati negli oltre 14.000 mq della struttura.

Da un lato, la copertura Wi-Fi doveva essere abbastanza potente per poter sostenere le problematiche infrastrutturali causate da numerosi muri in cemento armato e dalle elevate interferenze apportate negli ambienti dell’Istituto dalle delicate strumentazioni utilizzate per condurre esperimenti elettro-magnetici. A questo requisito si aggiungeva poi l’esigenza di garantire un elevato livello di sicurezza per la gestione di dati altamente confidenziali e in linea con le policy di conformità a cui sono sottoposti i LNS.

Per rispondere alle specifiche esigenze dell’Istituto sono stati utilizzati access point indoor ZoneFlex 802.11n gestiti da un controller ZoneDirector 3000 che ha permesso di ridurre drasticamente i tempi di installazione di nuovi access point. A questi si è aggiunto il captive portal integrato che ha reso ancora più facile la realizzazione di una rete Wi-Fi gestita con un accesso guest sicuro ed affidabile.
Numerosi i benefici apportati dall’implementazione delle soluzioni Ruckus Wireless. In primis la semplificazione dei processi con un conseguente miglioramento in termini qualitativi e di efficacia che ha portato anche ad un notevole abbattimento dei costi di manutenzione. Inoltre, i LNS hanno riscontrato anche un incremento del throughput sulla rete Wi-Fi di oltre il 100% nonché una migliore copertura Wi-Fi dell’intera area con una minore densità di access point.

“Poter offrire le nostre soluzioni tecnologiche ad un’eccellenza italiana così avanzata sul fronte della ricerca scientifica e della sperimentazione è per noi fonte di grande orgoglio – afferma Michele Paparella, Managing Director di Ruckus Wireless in Italia -. Poter fare affidamento su una connettività sicura in grado di superare le interferenze e garantire il massimo livello di sicurezza dei dati era un requisito indispensabile per la buona riuscita dei progetti dell’Istituto. La nostra tecnologia ha dimostrato, ancora una volta, di essere all’altezza anche delle sfide più ardue”.