Investire per crescere: la scelta di Fortinet

499

La società specializzata nella Network Security comincia a raccogliere i primi frutti del piano di investimenti cominciato 18 mesi fa. Una crescita del 25% rispetto allo stesso trimestre del 2013 dimostra che investire premia

[section_title title=Filippo Monticelli]

Investire per ottenere risultati concreti ed essere premiati. E’ questa la filosofia di Fortinet, che negli ultimi 18 mesi ha avviato un piano di investimenti per consolidare la sua presenza sul mercato. E i risultati, già da ora, sembrano dare ragione alla società, che registra ottimi tassi di crescita, anche nel nostro Paese. Abbiamo parlato con Filippo Monticelli, Country Manager di Fortinet Italia da maggio 2014, a partire dal suo nuovo incarico per arrivare ad individuare quali sono le strategie che la società, attiva nella network security, intende perseguire per raggiungere traguardi sempre più ambiziosi.

“L’Italia è storicamente tra i Paesi più importanti in area EMEA per i risultati – esordisce Monticelli – e chiaramente l’obiettivo di Fortinet è quello di mantenere questa rilevanza all’interno del mercato italiano”.

Lei è stato nominato Country Manager per l’Italia pochi mesi fa. Cosa significa occupare questo incarico?

Fare il Country Manager per Fortinet vuol dire guidare l’organizzazione commerciale composta da figure quali i Territory Manager e Major Account Manager, che hanno un ruolo sostanzialmente di accounting e della gestione della relazione con i clienti finali più importanti. Tutti i nostri account manager sviluppano le relazioni direttamente con aziende del mondo della pubblica amministrazione, della grande industria, del mondo Finance & Insurance e del Retail. Al nostro team di commerciali si affianca poi la struttura di pre-sales, a supporto dei nostri partner e clienti per lo sviluppo di progetti e soluzioni complesse.

La filiale italiana della società conta oltre 20 persone, e proprio nell’ottica di crescere ulteriormente, entro la fine dell’anno dovrebbe esserci qualche ritocco all’organizzazione, con alcuni nuovi ingressi.
Oltre ai sales e pre-sales abbiamo tutta la parte relativa all’organizzazione di canale, che ha un ruolo fondamentale nello sviluppo del rapporto con i partner e con i reseller, e anche questa è un’area sulla quale come Country Manager interverrò in prima persona, essendo particolarmente strategica.

La società ha annunciato tassi di crescita importanti nel secondo trimestre di quest’anno…

E’ corretto. Dal punto di vista dei ricavi il valore della crescita si attesta intorno al 25% rispetto allo stesso trimestre dell’anno scorso, un valore che è assolutamente in linea con gli obiettivi di crescita della Corporate. Al momento ci troviamo perfettamente in linea con questo target.

All’interno di questo quadro, quali sono le prospettive per il futuro?

E’ chiaro che è sfidante mantenere un tasso di crescita di questo tipo, anche perché non siamo più una società di nicchia. Il mondo della Network Security peraltro è un mondo altamente competitivo dove ci sono diversi player. Ciò nonostante siamo fiduciosi di poter sempre mantenere un importante tasso di crescita in futuro.

Per proseguire la lettura clicca qui sotto.