Ruckus Wireless: arrivano nuovi access point

463

La società espande la sua gamma ZoneFlex 11ac con nuove offerte sia indoor che outdoor. I nuovi dispositivi sono dotati di tecnologia integrata, leggeri e piccoli

Ruckus Wireless, società specializzata nella fornitura di sistemi wireless avanzati per il mercato delle reti mobile, arricchisce la sua offerta di access point intelligenti ZoneFlex 11ac con quattro nuovi modelli.
La nuova gamma include Ruckus ZoneFlex R500 (2×2:2), il modello mid-range ZoneFlex R600 (3×3:3) dual-band (2.4/5 GHz) per interni e i due nuovi access point 802.11ac da esterni della serie Ruckus ZoneFlex T300: il modello omnidirezionale ZoneFlex T300e, che include il supporto per antenne opzionali esterne da 5 GHz, e il modello con raggio settorizzato a 120 gradi ZoneFlex T301s con antenna adattiva.Ruckus ZoneFlex R500 indoor Smart Wi-Fi 802.11ac access point

Queste nuove soluzioni Smart Wi-Fi sono gli unici access point simultanei 802.11ac, dual-band per interni ed esterni sul mercato in grado di integrare la tecnologia brevettata Ruckus BeamFlex+ per ottenere prestazioni ottimali e la mitigazione delle interferenze in ambienti RF difficili, così come ChannelFly, la tecnologia di gestione dinamica per la selezione predittiva del canale, basata su una analisi della capacità in tempo reale di tutti i canali RF. La nuova serie di access point ZoneFlex T300 si caratterizza, inoltre, per offrire gli access point da esterno più piccoli e leggeri attualmente sul mercato.

“I nostri ultimi access point outdoor della serie ZoneFlex T300 offrono ancora più opzioni e flessibilità per i clienti che desiderano una tecnologia radio Smart Wi-Fi 11ac di classe carrier, ad alta capacità e ad alta densità da utilizzare all’esterno, in cui le dimensioni ridotte e la leggerezza fanno davvero la differenza – ha dichiarato Michele Paparella, Managing Director di Ruckus Wireless Italia -. I nostri nuovi access point di fascia media da interno sono eccezionali: garantiscono prestazioni elevate per le implementazioni in piccole e medie imprese retail, ma anche in filiali di grandi business, nelle aree comuni degli hotel, in aule e biblioteche”.