Panasonic per il Work Force Management di Publiacqua

610

Il suo Toughbook CF-H2 è stato assegnato in dotazione a circa 300 operatori sul campo della società, che dopo un’attenta formazione, ora utilizzano il dispositivo a tutto vantaggio dell’azienda

Publiacqua ha scelto i Toughbook di Panasonic per il Work Force Management.
La società affidataria del servizio idrico integrato del Medio Valdarno, il territorio che interessa le quattro province di Firenze, Prato, Pistoia e Arezzo, conta 640 dipendenti che si occupano principalmente della distribuzione dell’acqua potabile, della gestione del servizio fognario e di depurazione dei 46 comuni serviti, per un’area totale di 3386 km di superficie, 9792 km di rete idrica e 6167 di rete fognaria, 129 depuratori e 112 impianti di potabilizzazione.

Di questi 640 dipendenti, circa 300 operatori sul campo sono stati dotati del device Panasonic Toughbook CF-H2 all’interno del progetto Work Force Management Mobile.
“Avevamo necessità di uno strumento che si potesse utilizzare in qualsiasi circostanza, anche sotto l’acqua, e soprattutto che fosse visibile in piena luce solare – spiega Luciano Caroti, responsabile It di Publiacqua -. Anche il sistema operativo utilizzato ci ha permesso di sviluppare Panasonic_Publiacquaapplicazioni con un ciclo di vita molto più lungo in tempi rapidi. Tutto questo non sarebbe stato possibile usando un device di tipo consumer”.
Il Toughbook CF-H2 è infatti proprio pensato per soddisfare in maniera specifica le esigenze dei mobile worker in settori come quello delle utility: il suo design rugged ed ergonomico, la sua batteria a lunga durata e il suo schermo transflettivo per la massima visibilità alla luce solare ne fanno uno strumento idoneo per accedere ad applicativi e dati nelle condizioni ambientali più difficili.

I dispositivi fully rugged Panasonic, impiegati per tutte le attività di Publiacqua, che vanno dalla preventivazione alla manutenzione sugli impianti, permettono di ottenere un risparmio a livello di supporto e un’ottimizzazione dei tempi di lavoro. E a parlare sono i numeri. Come sottolinea Leonardo Rossi, responsabile del PM team WFM: “Da 15 giorni di attesa per l’esecuzione di un preventivo, si è passati a soli 2/3 giorni per essere già operativi sul campo“.

Grande soddisfazione quindi da parte dei dirigenti di Publiacqua per i risultati ottenuti: il progetto ha consentito all’azienda di acquisire un patrimonio di dati relativi a quanto accade realmente sul campo e di ottenere una base di analytics senza precedenti, in grado di coadiuvare e supportare le scelte del management. Grazie a questo progetto, nel quale Panasonic è stata un valido partner, Publiacqua è riuscita a collocarsi ai vertici dell’efficienza operativa tra le utility in Italia.