Sanità: con le tecnologie Quantified Self ci sarà una rivoluzione?

552

L’Istituto di ricerca Frost & Sullivan rivela che le innovazioni nella tecnologia dei sensori aprono la porta a un’era di dispositivi di auto-monitoraggio

Le tecnologie Quantified Self trasformeranno la salute personale? Sembrerebbe pensarla così Frost & Sullivan, secondo cui in una recente analisi ha rilevato che le innovazioni nella tecnologia dei sensori aprono la porta a un’era di dispositivi di auto-monitoraggio.
Ma partiamo dall’inizio: le tecnologie Quantified Self sono applicazioni che consentono alle persone di tracciare e quantificare diversi aspetti della propria vita quotidiana, ma il loro mercato si trova attualmente ad uno stadio ancora embrionale. Le previsioni però parlano di una crescita esplosiva di questo segmento nei prossimi anni, quando comunicazione, sistemi informatici, raccolta dei dati e meccanismi di feedback saranno gli elementi chiave che renderanno possibile l’affermazione di questa tecnologia.

La ricerca di Frost & Sullivan “Sensor Technology Innovations Enabling Quantified-Self” ha messo in evidenza che l’uso sempre più diffuso di dispositivi indossabili attivati da sensori promette maggiori opportunità di progettazione per il futuro, specialmente nel settore della sanità e del benessere.
“La tendenza alla miniaturizzazione ha accelerato lo sviluppo di dispositivi indossabili migliori e innovativi, come ad esempio orologi e occhiali intelligenti che monitorano le prestazioni atletiche e la salute – afferma Sumit Kumar Pal, analista di Frost & Sullivan -. Il Quantified Self facilita il monitoraggio della dieta, del sonno, della frequenza cardiaca, dell’attività motoria, dell’esercizio fisico e degli stati d’animo, e consente alle persone di avere una conoscenza più approfondita di parametri fisiologici che finora non erano mai stati esaminati”.

Sulla base di tutto questo, le sfide chiave per la Sanità saranno l’acquisizione di dati accurati e la garanzia di una perfetta interoperabilità. Oltre a ciò, la condivisione dei dati con i servizi sanitari e le aziende farmaceutiche desta preoccupazioni relative alla privacy: le aziende sanitarie devono garantire che i dati raccolti dagli utenti non siano condivisi senza il loro consenso diretto.
Per coinvolgere ulteriormente il settore della Sanità, inoltre, sarà vitale potenziare la connettività dei dispositivi indossabili per sostenere lo scambio di dati con le aziende tecnologiche.