Allied Telesis in Tour nelle Università Italiane

408

Alcuni dei più prestigiosi atenei del Belpaese, come l’Università di Palermo e di Chiedi, aprono l eporte ai Corsi di Certificazione di Allied Telesis dedicati a enti locali, studenti, tecnici universitari e aziende Ict

Allied Telesis va incontro ad un autunno ricco di appuntamenti. Il fornitore globale di soluzioni sicure Ethernet/IP e attivo nello sviluppo di reti Triple Play, sarà in Tour in alcune delle più rinomate università italiane.

Si tratta di corsi di certificazione volti ad approfondire le tecniche di configurazione e installazione di reti Layer 2 avanzato e Layer 3, con particolare enfasi posta sulla sicurezza, sul controllo degli accessi, sulla Quality of Service e la gestione del Multicasting. Gli incontri prevedono anche sessioni pratiche di configurazione degli switch Allied Telesis e si rivolgono ai tecnici dell’università e degli enti locali, ma anche agli studenti e ai rivenditori presenti sul territorio. Sostenendo l’esame finale, i partecipanti potranno ottenere la certificazione Allied Telesis della durata di due anni, un titolo che consente di accedere al livello più alto di certificazione tecnica del fornitore.

Il calendario del Tour, già partito con alcune tappe tra cui Chieti e Palermo, prevede numerosi appuntamenti in molte altre Università italiane. Il notevole successo riscosso fino ad oggi ha fatto sì che già alcuni atenei abbiano previsto una nuova edizione a partire da febbraio 2015 con corsi di certificazione superiori.

“L’università degli Studi di Palermo ha aderito con entusiasmo all’iniziativa di Allied Telesis – commenta Dott. Massimo Tartamella, dirigente Area Servizi e Rete Sistema Informativo di Ateneo (SIA) -. L’obiettivo è quello di incentivare e favorire le relazioni tra il mondo accademico e le aziende: durante il percorso di certificazione, infatti, i discenti hanno l’opportunità di confrontarsi sia con il vendor sia con altre aziende presenti sul territorio, che si occupano di ICT e sono coinvolte nell’attività”.