Tablet sotto l’albero: la solidità conta, la dimensione anche

453

SquareTrade ha sottoposto i dieci modelli di tavoletta più in voga ad un test per valutarne la facilità di rottura. Più resistenti si sono dimostrati essere i modelli compatti e di piccole dimensioni

Tra le idee regalo che trionferanno questo Natale troviamo senza dubbio i tablet. Essere connessi sempre e ovunque, lavorare da qualsiasi posto della Terra, giocare e guardare film in ogni momento sono infatti i desideri in cima alla lista degli italiani. Ma se ricevere una tavoletta non può che fare la felicità del destinatario del dono, bisogna fare attenzione anche alla qualità, per evitare di ritrovarsi ad avere tra le mani un bene che da sogno si trasforma in incubo, con tutti i problemi ad esso connessi.

SquareTrade si è quindi chiesta quanto sono solidi i tablet più diffusi e ha sottoposto i dieci modelli più in voga ad un test per valutarne la facilità di rottura.
I risultati? I tablet compatti e di piccole dimensioni sono più resistenti ai danni accidentali, mentre quelli dotati di schermo più ampio sono a maggior rischio di danneggiamento.
Tra i parametri presi in considerazione dai “Breakability Test” il grado di resistenza alla caduta in acqua, la manegevolezza, le dimensioni, il peso e tutti quei fattori che contribuiscono al verificarsi di rovinosi danni accidentali.
Le misurazioni avvengono riproducendo le situazioni di pericolo più comuni nella nostra vita di tutti i giorni e concorrono a determinare un punteggio da 1 a 10, dove al punteggio più alto corrisponde un maggiore livello di rischio.

Dalle analisi condotte, il Samsung Galaxy Tab S 8.4 risulta essere il tablet più solido sul mercato con un indice di fragilità pari a 3,3. Il Tmax 9HD è invece il modello a più alto rischio con un fattore di “pericolo” pari a 8,2.
Nel complesso, i tablet compatti hanno ottenuto risultati superiori alle attese sia nei test di caduta che in quelli di immersione. Modelli come il Sony Xperia Z3 e l’iPad Mini 3 hanno riportato punteggi ampiamente positivi. Un prezzo di fascia media può andare d’accordo con la solidità come ha dimostrato egregiamente l’Asus Memo Pad 7.

“Per la prima volta abbiamo sottoposto dieci tablet al nostro temibile test di solidità ed abbiamo potuto constatare quanto sia importante la dimensione del modello che si sceglie in relazione alla solidità che può offrire – ha commentato Kevin Gillan, Managing Director di Square Trade Europe -. Possiamo arrivare ad utilizzare un tablet per ore e nelle situazioni più disparate come tanti altri oggetti di uso quotidiano con l’unica differenza che basta una caduta del tutto fortuita del nostro tablet per causare un danno economico davvero ragguardevole. La solidità conta, la dimensione anche”.

Ecco la classifica completa:

Tablet_Holiday_Breakability_Scorecard_ITALIAN