Videosorveglianza: il 2015 sarà l’anno del Cloud

623

Lo dicono le previsioni di Lookathome, che per seguire il trend lancia LookCloud, un servizio che permette di salvare le registrazioni delle telecamere online senza avere computer o registratore dedicato

Che anno sarà il 2015 per la videosorveglianza? Le previsioni di Lookathome, azienda specializzata nella commercializzazione di prodotti per la videosorveglianza online, parlano chiaro: Cloud, Cloud e ancora Cloud. La nuvola sarà la protagonista indiscussa dell’anno appena iniziato.

Ma come si è arrivati a questo giro di boia?
Dato che nel 2014 in Italia il traffico via mobile ha superato il traffico dei computer desktop, il settore evolverà sempre di più verso piattaforme che permettono di controllare le proprie telecamere di videosorveglianza anche tramite app per smarphone e tablet. Inoltre, avere a disposizione sempre e ovunque non solo la “diretta” ma anche le registrazioni di quello che è accaduto è diventato essenziale per ogni sistema di videosorveglianza che si rispetti.
Da qui nasce la necessità del salto verso la Nuvola.

Per seguire questo trend e offrire alle aziende tutti i vantaggi di cui necessitano Lookathome ha da poco lanciato un servizio di videosorveglianza in cloud: LookCloud si integra con tutte le telecamere IP esistenti, ed anche con la videocamera di comune pc portatile, e permette con pochi euro al mese di avere a disposizione un pannello di controllo e tutte le registrazioni di cui si ha bisogno. Ma non finisce qui, perchè le telecamere possono anche essere impostate per avvisare con una mail, in qualsiasi momento, quando registrano un movimento nella stanza e mettere a disposizione il video di quello che è successo.