Logistica collaborativa: come ridurre i costi del sistema industria-distribuzione

570

Efficienza delle unità di carico e saturazione dei mezzi di trasporto: un convegno di Ecr Italia spiega come ottimizzare la filiera del largo consumo

Efficienza delle unità di carico e saturazione dei mezzi di trasporto sono i due fattori chiave su cui deve concentrarsi la filiera del largo consumo italiana per ridurre i costi del sistema industria-distribuzione. Questa è la tesi a cui sarà dedicato il convegno “La logistica collaborativa: una leva sempre più strategica”, organizzato da GS1 Italy, Indicod-Ecr, in programma mercoledì 28 gennaio 2015 a Milano presso l’Auditorium Gio Ponti, Assolombarda.

La logistica collaborativa non ha un valore astratto, bensì concreto e traducibile in numeri importanti. Il potenziale risparmio per la filiera del largo consumo in caso di efficienza delle unità di carico e saturazione dei viaggi è pari ad una riduzione del 47% delle emissioni di CO2 (510.000 ton/anno), con circa 600 milioni di km in meno percorsi. In termini economici si tratta di un taglio di 750 milioni di euro nei costi di trasporto, a tutto vantaggio del consumatore finale.

Questi numeri sono il frutto degli studi che Ecr Italia ha dedicato alla re-ingegnerizzazione dei processi di filiera, i cui risultati saranno presentati nel corso del convegno. In particolare:

  • La mappatura dei flussi logistici: uno studio dei fenomeni che caratterizzano la logistica del sistema del largo consumo italiano e una fotografia dei flussi logistici e della loro morfologia, con la quantificazione del loro dimensionamento e un approfondimento specifico sulla saturazione dei mezzi sia in pianta che a volume;
  • L’analisi dei costi della mancata ottimizzazione: una quantificazione dei costi delle attività del processo order to delivery che ha evidenziato i differenziali di costo esistenti tra pratiche logistiche e modelli di riordino differenti, ed ha prodotto un vero e proprio Simulatore di Riordino Ottimo di filieraSI.RI.O, in grado di mostrare il differenziale di costo tra diverse ipotesi di riordino;
  • L’atlante della logistica: una mappa geografica aggiornata e un censimento dei principali nodi logistici presenti sul territorio italiano, con l’obiettivo di fornire una visione della rete distributiva nazionale e di evidenziare le opportunità di ottimizzazione lungo la filiera e di transport & asset sharing.

Ai partecipanti del convegno verrà consegnato il volume “La logistica per la creazione di valore nella filiera del largo consumo”, che raccoglie tutte le principali evidenze in tema di Logistica e Supply Chain Management emerse nel corso delle attività di ricerca svolte negli ultimi quattro anni in ambito Ecr Italia.