Workstation mobile Dell, ecco le novità

455

L’azienda ha reso disponibili alcune nuove versioni del modello PrecisionM3800, tra le workstation più sottili sul mercato

Alcune novità sono in arrivo per il Dell PrecisionM3800, l’ibrido tra workstation e ultrabook da 15”. Studiate per chi ha bisogno di alte prestazioni e portatilità, come video editor, grafici o ingegneri che necessitano di programmi CAD, le workstation cercano di comprimere in pochi millimetri display Ultra HD, dischi a stato solido e parecchi banchi di memoria, oltre a un parco ingressi soddisfacente.

Dell ha deciso di seguire le indicazioni dei propri clienti integrando l’M3800 con un display touch 4K (3840×2160), opzionale; l’ingresso Thunderbolt 2, per consentire un trasferimento fino a 20Gbps e lavorare su immagini RAW (fisse e in movimento); un’edizione per sviluppatori basata su Ubuntu. Sebbene la risoluzione video vanti 3,4 milioni di pixel in più rispetto al display Apple Retina, ci chiediamo se sia davvero utile avere sempre tutto questo spazio a disposizione, su uno schermo che non supera i 15 pollici. Un numero così elevato di pixel riduce notevolmente le dimensioni degli oggetti sullo schermo, pur essendo una necessità per specifiche funzioni: progettazione CAD o editing video, per esempio.

Le altre dotazioni della workstation includono uno storage complessivo di 2 TB e processori Intel Core i7 di quarta generazione. Le versioni distribuite includono Ubuntu, come suddetto, Windows 7 oppure Windows 8.1. È infine disponibile uno studio, commissionato da Dell a Principled Technology, che confronta le prestazioni della macchina con quelle dell’ultima versione del MacBook Pro.