Ricerca medica più accurata grazie a ResearchKit di Apple

446

Il framework software open source ottimizza la raccolta dei dati dei pazienti che aderiscono agli studi clinici: le app misurano parametri vitali, forma fisica, difficoltà motorie, capacità verbali e mmenoniche

[section_title title=Ricerca medica più accurata grazie a ResearchKit di Apple – parte 1]

ResearchKit è il un framework software open source progettato da Apple per ottimizzare la ricerca medico-sanitaria. Si tratta di uno strumento che aiuta medici e scienziati a raccogliere i dati dei pazienti che aderiscono agli studi clinici con maggiore precisione grazie alle app per iPhone. Istituti di ricerca di livello internazionale hanno già sviluppato app con ResearchKit per studi su asma, tumore al seno, malattie cardiovascolari, diabete e morbo di Parkinson.

Le app per iOS stanno già aiutando milioni di clienti a monitorare e migliorare la propria salute. Con centinaia di milioni di utenti iPhone nel mondo, ResearchKit offre alla comunità scientifica l’accesso a una popolazione globale eterogenea, e ancora più modi per raccogliere dati rispetto al passato” ha dichiarato Jeff Williams, Senior Vice President Operations di Apple.

Con ResearchKit l’iPhone diventa così un valido strumento al servizio della ricerca medica. Una volta autorizzate dall’utente, le app possono accedere ai dati raccolti dall’app Salute, come peso corporeo, pressione sanguigna, livelli di glucosio e utilizzo di inalatori per l’asma, che vengono misurati da dispositivi e app di altri produttori. HealthKit è un framework software introdotto da Apple con iOS 8 e offre agli sviluppatori la possibilità di far comunicare fra loro le app per la salute e il fitness. Anche ResearchKit può chiedere all’utente l’autorizzazione ad accedere ai sensori dell’iPhone, come accelerometro, microfono, giroscopio e GPS, per un quadro più esaustivo su altri parametri del paziente, quali andatura, disabilità motorie, forma fisica, capacità verbali e mnemoniche.

ResearchKit rende anche più facile selezionare partecipanti per studi clinici su larga scala, con la possibilità di accedere a un ampio campione di popolazione, incluse persone che vivono molto distanti dall’istituto di ricerca. Chi prende parte a uno studio clinico può completare le attività assegnate o rispondere ai questionari direttamente dall’app, in questo modo per i medici sarà più facile ritagliare percorsi terapeutici su misura del paziente.

A pagina seguente la descrizione delle nuove app