Canon e l’esigenza mobile: ecco i nuovi proiettori multimediali portatili

436

I dispositivi Ultra Short Throw, progettati per l’utenza business e il settore dell’istruzione, sono in grado di proiettare un’immagine nitida da 80 a 100 pollici a partire da appena 28 centimetri di distanza dallo schermo

Canon risponde alla crescente domanda globale di dispositivi mobile con due nuovi modelli di proiettori multimediali portatili Ultra Short Throw, progettati per l’utenza business e per il settore dell’istruzione.

LV-WX300USTi è un modello interattivo ad alte prestazioni con una telecamera incorporata che permette di utilizzare contemporaneamente fino a quattro penne interattive a infrarossi. La telecamera consente anche l’interazione e il controllo delle informazioni proiettate mediante un pannello touch. E’ dotato inoltre di un software di disegno per aiutare gli utenti a sfruttare al meglio le potenzialità di interazione creativa del dispositivo. L’altro modello, invece, LV-WX300UST è l’equivalente privo di caratteristiche interattive.

Entrambi i modelli rappresentano la soluzione ideale per ambienti con spazio limitato, poiché sono in grado di proiettare un’immagine perfettamente nitida da 80 a 100 pollici a partire da appena 28 centimetri di distanza dallo schermo. Inoltre, se installati a parete o a soffitto, grazie alla proiezione a brevissima distanza, viene ridotta la possibilità che i relatori siano colpiti dalla luce abbagliante del proiettore come è altresì minimizzato il rischio di ombre sullo schermo durante la presentazione.

Con un peso di soli 5 kg, i due nuovi modelli sono comodamente portatili pur offrendo una gamma di funzioni avanzate e un’elevata qualità dell’immagine. Entrambi dispongono di risoluzione WXGA (1280×800), hanno due porte HDMI e sono in grado di emettere 3.000 lumen per immagini estremamente luminose e nitide. I nuovi proiettori offrono anche un’efficienza impressionante: fino a 8.000 ore di vita della lampada quando viene utilizzata in modalità Eco.