La Prescrizione elettronica arriva nell’Ospedale di Lodi

469

Dopo il successo ottenuto in Inghilterra, l’ ePrescribing di NoemaLife viene adottato anche nell’ospedale lombardo

Il “Royal Stoke University Hospital” è l’ospedale del Trust inglese in cui è partito il progetto, del valore di 1,4 milioni di sterline, divenendo così il primo ospedale del Regno Unito ad avviare il sistema di ePrescribing di NoemaLife “Galileo Medication”. Per ora in funzione nel reparto di Cardiologia, il sistema sarà esteso al resto della struttura nell’arco dei prossimi 18 mesi.

Per Letitia Selby, Electronic Prescribing Medicine Administration Project Manager, “la prescrizione elettronica è un enorme passo in avanti e offrirà numerosi vantaggi sia ai medici che ai pazienti”.

Oltre all’ospedale inglese, anche in quello di Lodi, che da anni si affida alla tecnologia di NoemaLife e che è tra le prime aziende ospedaliere in Italia per livello di informatizzazione, il sistema è stato avviato su diversi letti di 4 Reparti.

Questo perché si afferma sempre più con forza, sia a livello nazionale che internazionale, la consapevolezza che la gestione del farmaco sia uno dei settori sanitari in cui è prioritario l’utilizzo della tecnologia per ottenere maggiore efficienza, maggiore efficacia della cura, riduzione del rischio clinico e persino una diminuzione della spesa pubblica. Le tecnologie informatiche di ePrescribing sostituiscono infatti tutte le attività manuali di tipo ripetitivo in cui più facilmente si riscontrano errori umani. La prescrizione elettronica garantisce la tracciabilità del processo, distinguendo le responsabilità dei coinvolti (medici, farmacisti, infermieri) e consente agli operatori di concentrarsi sulle proprie competenze specifiche, ottimizzando scorte e capitali già investiti.

“Le soluzioni NoemaLife”, ha dichiarato il Direttore Generale dell’azienda Achille Grisetti, “sono sempre più apprezzate in contesti e sistemi sanitari differenti, per la capacità di adattarsi alle esigenze specifiche del cliente e del Paese in cui si trova, per la dedizione con cui i team di assistenza tecnica appoggiano il personale sanitario in loco per tutto il tempo necessario all’avviamento e per la qualità tecnologica dei software, che rispecchia l’attenzione assegnata dalla società a ricerca e sviluppo”.