L’attesa è finita: ecco Arduino Yun Mini

544

La nuova piattaforma hardware open source è dotato di 20 pin per breadboard così da semplificare la prototipazione e, grazie alle sue esigue dimensioni, può essere utilizzato anche all’interno di piccoli spazi

Arduino Srl, la società italiana che si occupa dello sviluppo, della produzione e distribuzione della scheda “Arduino”, piattaforma hardware open source che ha rivoluzionato il mondo della prototipazione professionale e hobbistica, annuncia l’attesissima Arduino YUN MINI.

La nuova Arduino Yun Mini è una reingegnerizzazione della scheda Arduino YUN:  tra le novità principali apportate, la prima risiede nelle sue piccole dimensioni, che ne consentono l’utilizzo anche all’interno di spazi estremamente ridotti; la seconda nella dotazione di pin per la breadboard, che rendono estremamente più facile la prototipazione. Arduino YUN MINI infatti è dotata di 20 differenti pin di cui 7 possono essere utilizzati come PWM in uscita e 12 come analogici in entrata.

Tenendo fede alla peculiarità di Arduino YUN, la board è dotata di WiFi integrato. Si tratta di una PCB breadboard sviluppata con ATmega 32u4 MCU e una CPU Qualcomm Atheros (QCA MIPS 24K SoC CPU) che opera fino a 400 MHz e supporta Linino, il sistema operativo Linux cui è affidata la gestione della scheda. Tra le altre dotazioni, un oscillatore al cristallo da 16 MHz, un connettore micro USB, un header ICSP, due pulsanti di reset ed un tasto utente.

Arduino Yun Mini, inoltre, può essere integrata con tre accessori: dogRJ45, una porta Ethernet che è possibile aggiungere in caso di necessità, dogUSB, una porta USB dotata anche di slot per una mini SD per ampliare la memoria della scheda, e – soprattutto – il nuovissimo dog eMMC, una porta USB con una flash integrata da 4 Giga. Ogni utente può aggiungere un singolo accessorio o due, a seconda delle proprie specifiche esigenze.

“L’utilizzo di Arduino YUN MINI è estremamente vario, grazie alle sue esigue dimensioni risulta uno strumento ideale all’interno di applicazioni di domotica o, ad esempio, a bordo di droni commenta Federico Musto, CEO e Presidente di Arduino Srl Il wi-fi on-board ne fa una scheda perfetta per l’Internet Of Things potendo supportare ogni applicazione che preveda la possibilità di collegarsi senza fili: ad esempio allarmi wireless, controllo dell’illuminazione o scambio di dati continuo e/o senza fili. Siamo sicuri di offrire un dispositivo che i maker di tutto il mondo attendevano da tempo e che li agevolerà notevolmente nelle proprie attività di prototipazione”.