Assistenza sanitaria all’estero: ecco l’app del Ministero

541

“Se parto per…” è l’app sviluppata dal Ministero della Salute per offrire assistenza sanitaria ai cittadini italiani fuori dai confini nazionali

La questione assistenza sanitaria diventa di difficile gestione una volta varcata la soglia nazionale, dove nuove leggi, lingue differenti e difficoltà di comprensione possono generare problematiche non previste e complicanze a cui si è chiamati a fare fronte. Le tecnologie mobile rappresentano oggi un supporto preziosissimo che diventa ancora più rilevante nel momento in cui ci si trovi lontani da casa. Viaggiare in modo consapevole e con le giuste informazioni in valigia è fondamentale, così come disporre di un piano tariffario adatto alle proprie esigenze. Per tale scopo è possibile utilizzare portali specifici, il comparatore di tariffe di telefonia cellulare supermoney.eu permette di confrontare offerte e proposte commerciali per non imbattersi in spiacevoli sorprese.

“Se parto per…”, l’app per l’assistenza sanitaria oltreconfine

Oltre al piano tariffario adeguato, però, è necessario anche conoscere quali servizi, app e siti permettano di reperire le informazioni necessarie a risolvere le proprie problematiche. Per i viaggiatori transfrontalieri, il Ministero della Salute ha sviluppato una specifica applicazione mobile chiamata “Se parto per…”, con l’obiettivo di fornire ai turisti nostrani uno strumento per l’assistenza sanitaria all’estero. L’app è gratuita e disponibile per sistemi operativi iOS, Android e Windows Phone.

Come funziona l’app

L’applicazione è stata sviluppata attraverso i fondi dei progetti EESSI (Electronic Exchange of Social Security Information), grazie al sostegno della Commissione Europea. La funzione di base dell’app è quella di informare i cittadini sui propri diritti sul tema dell’assistenza sanitaria all’estero e lo stesso Ministero della Salute ne sponsorizza l’utilizzo attraverso l’opuscolo “Mobilità sanitaria internazionale”, distribuito gratuitamente nelle Asl di tutta Italia.

Come spiegato direttamente nella sezione apposita del Governo, le funzioni dell’applicazione sono principalmente quelle di:

  • Informare i cittadini sul diritto (o meno) di ricevere assistenza sanitaria nei diversi Paesi del mondo durante un periodo di soggiorno o di permanenza prolungata. Chiarisce inoltre come ricevere eventuali rimborsi, a chi rivolgersi per ricevere assistenza, come comportarsi
  • Consentire l’accesso alla Directory pubblica in cui sono elencate tutte le associazioni europee che si occupano dell’erogazione dei servizi di interesse sociale (tra cui ma non esclusivamente quelli di assistenza sanitaria) posti in essere dall’EESSI
  • Permettere di consultare le normative italiane e quelle comunitarie in corso di validità nel momento in cui si utilizza l’applicazione tramite smartphone o tablet.