Scavolini: stampe a impatto zero grazie a Canon

555

La nota azienda di cucine è la prima azienda italiana ad aver aderito al progetto “Climate Neutral Printing”

Stampe a impatto zero: sogno o realtà? A dimostrare che è possibile ci ha pensato Scavolini, nota azienda produttrice di cucine, che è il primo cliente di Canon ad aver aderito al progetto “Climate Neutral Printing” per la riduzione delle emissioni attraverso l’ottimizzazione dei dispositivi di stampa.

Il progetto si basa su un tool di “carbon balancing” in grado di calcolare le emissioni di CO2 associate alla stampa ed è stato sviluppato da ClimatePartner e certificato da SGS, nel rispetto dei requisiti dello Standard internazionale ISO 16759. L’ottimizzazione è poi raggiunta calcolando e confrontando le emissioni di CO2, relativo al centro di stampa aziendale, tenendo conto di elettricità, toner e consumo di carta. Eseguendo poi il “carbon balancing” nei singoli sistemi, il tool permette di compensare in modo diretto tutte le emissioni di gas serra generate nelle diversi sedi aziendali.

“La stampa a basso impatto ambientale è un fattore chiave per tutte le aziende che desiderano trasmettere un’immagine di forte responsabilità sociale – ha spiegato Maurizio Basile, Sales Director Business Imaging Group di Canon Italia –. Il programma “Climate Neutral Printing” ha permesso a Canon di proporsi come partner di valore per le aziende che desiderano contribuire alla sostenibilità ambientale, compensando le emissioni generate da ogni singola stampa. Siamo quindi estremamente orgogliosi di poter annunciare che Scavolini è la prima azienda italiana ad aver aderito a questo progetto, come parte integrante delle proprie strategie di Green Office, e di contribuire a ridurre le emissioni di CO2 complessive nell’ambiente”.

Scavolini è da sempre attenta al tema della sostenibilità, tanto da vantare una certificazione UNI EN ISO 14001 ottenuta grazie a un sistema di gestione ambientale e a “Scavolini Green Mind”, un progetto eco-sostenibile che comprende una serie di pratiche, norme e tecnologie tra cui gli impianti fotovoltaici che garantiscono a sedi e stabilimenti produttivi l’autonomia energetica.

Dal 2002 ha attivato un centro stampa aziendale per razionalizzare i flussi documentali ed ha sposato la visione di salvaguardia dell’ambiente di Canon, dotandosi recentemente di soluzioni di stampa professionale Océ VarioPrint 110, imageRunner Advance 6255i2 e Océ VarioPrint 6160, a basso impatto ambientale. Una scelta dettata anche dagli elevati volumi di documentazione prodotta, che ammontano a circa 6 milioni di stampe l’anno.