Panasonic lancia il portale per i partner

362

Disponibile in tutta Europa in cinque lingue, che poi diventeranno nove, permetterà di mettere in contatto diretto l’azienda, i partner di canale e l’utente finale

Un portale appositamente studiato per i partner b2b, dove distributori e rivenditori di prodotti per la sicurezza potranno accedere più agevolmente a informazioni di supporto nelle relazioni con la clientela e registrare le nuove vendite. Panasonic lo ha presentato a IFSEC ’15.

Il servizio web-based sarà disponibile per i clienti di Panasonic Security Solutions in tutta Europa. Questa iniziativa prosegue la strategia che ha condotto all’apertura di portali analoghi per le divisioni Panasonic Visual Systems Solution e Communication Solution, in precedenza quest’anno.

I professionisti che vi aderiranno potranno accedere alle più recenti risorse tecniche, quali aggiornamenti software e firmware e istruzioni operative, informazioni sui prodotti come specifiche tecniche e immagini ad alta risoluzione, nonché al materiale marketing più aggiornato, tra cui brochure, dati sulla concorrenza, studi di mercato e altro ancora.
Sul Portale i partner potranno inoltre trovare una library completa della gamma prodotti, che comprende soluzioni TVCC, controllo accessi e video intercom, insieme ad informazioni dettagliate in tempo reale, grazie al collegamento con il database centrale.

“Il Portale per i partner mette in comunicazione diretta Panasonic, i partner del canale e l’utente finale. I clienti sul portale possono consultare un’ampia gamma di risorse, grazie alle quali riusciranno a massimizzare le vendite e ad assicurare un servizio eccellente ai nostri clienti condivisi – commenta Valerie Poret, Panasonic European Channel Marketing Manager -. Grazie al Portale nascerà una vera e proprio community di rivenditori, integratori di sistemi, distributori e consulenti, con accesso a qualsiasi prodotto, dalle telecamere di sicurezza alle soluzioni di comunicazione IP e ai display professionali”.

Il portale sarà disponibile in tutta Europa in cinque lingue, per poi passare a una copertura di nove lingue in totale entro settembre.