La sanità digitale a misura di paziente

606

Lombardia Informatica presenta i risultati del progetto PALANTE il cui target di riferimento sono stati i pazienti cardiopatici. La sperimentazione ha interessato l’Ospedale di Niguarda e il Maugeri, coinvolgendo 275 pazienti.

Lombardia Informatica presenta i risultati del progetto PALANTE (PAtient Leading and mANaging their healThcare through EHealth), un progetto finanziato dalla Commissione Europea (Programma CIP–ICT) voluto con l’intento di ottimizzare l’offerta di servizi sanitari basati su tecnologie ICT ai pazienti.

Il progetto PALANTE, di cui Lombardia Informatica è il coordinatore del Pilota lombardo, nasce nel 2012 con lo scopo di sperimentare su tutto il territorio europeo servizi innovativi per il paziente cronico: nuovi strumenti permettono agli operatori sanitari di redigere il percorso diagnostico terapeutico (terapia, esami clinici e suggerimenti sugli stili di vita più adeguati) cui il paziente deve attenersi e condividerne la documentazione con i colleghi coinvolti (MMG – Medici di Medicina generale e altri specialisti): uno strumento per migliorare la vita dei cittadini che soffrono di malattie croniche e assicurare loro un accesso on-line user-friendly alle informazioni attraverso il proprio FSE (Fascicolo Sanitario Elettronico), arricchito da servizi come il booking di servizi sanitari e la possibilità di caricare documenti clinici (ad esempio quelli prodotti da strutture sanitarie fuori confine).

Al progetto hanno preso parte sette regioni europee, aggiungendosi a Francia e Danimarca, in cui il progetto era già in corso d’opera, e mobilitando 69.550 potenziali nuovi utenti.

In Lombardia, il target di riferimento sono stati i pazienti cardiopatici: la sperimentazione ha interessato due ospedali (Niguarda e Maugeri) e ha coinvolto 275 pazienti.

E’ stato sperimentato inoltre il Piano Clinico Assistenziale (DPCA), documento strutturato per la condivisione tra specialista ospedaliero, medico di medicina generale e paziente che riassume il percorso terapeutico che il paziente deve seguire.

I risultati della sperimentazione hanno permesso anche di tracciare l’identikit del cittadino ricettivo alle iniziative di e-Health, caratterizzato da un tipo di vita attivo e dinamico, un buon livello di educazione, abilità tecnologica e reddito.

Gli insegnamenti derivati dal progetto, riguardanti l’implementazione e l’up scaling dei Piloti condotti con esito positivo, avranno delle implicazioni a livello politico e gestionale che saranno condivise con un pubblico più ampio, al fine di aumentare la conoscenza e l’esperienza sull’implementazione di soluzioni innovative riguardanti l’eHealth.