NetApp estende la data protection aziendale nel cloud ibrido

236

Le innovazioni del Data Fabric riducono rischi e costi e offrono maggiore controllo, a prescindere da dove risiedono i dati dei clienti






Per aiutare i clienti nella transazione verso il cloud ibrido NetApp propone nuove offerte che estendono la vision Data Fabric, nata proprio con l’intento di affiancare le aziende nella riduzione dei rischi legati al cloud ed affiancare le sfide legate ai costi della mobilità dei dati, mantenendo nel contempo il controllo sui dati nelle risorse cloud e on-premise.

Innanzitutto l’integrazione di oggetti e file ora disponibile con StorageGRID Webscale, che offre una soluzione ottimale alle organizzazioni che hanno bisogno di repository di contenuti multisito, distribuiti e di grandi dimensioni. Questa recente release integra la semplicità della gestione degli oggetti con i noti protocolli CIFS e NFS. Un singolo namespace globale include il supporto di API OpenStack Swift, multi-tenancy, codifica della cancellazione distribuita geograficamente e ricerca nei metadati. Offre operatività globale non-stop ed efficiente on-premise e nel cloud ibrido, soddisfacendo i requisiti di durata dei dati a lungo termine.

E’ stato poi presentato il nuovo NetApp SnapCenter, che aiuta le aziende a semplificare la gestione della protezione dei dati specifici delle applicazioni su vasta scala. Consente ai clienti di consolidare e centralizzare il backup e il cloning di varie applicazioni e diversi server in un unico centro operativo efficiente.

NetApp Private Storage per la protezione dei dati è invece una soluzione che consente ai clienti che stanno realizzando i loro data fabric di integrare risorse di calcolo, cloud con storage on-premise o off-premise. I dati dei clienti sono protetti e gestiti separatamente per performanc e compliance, mentre i server cloud pubblici vengono affittati in base alle esigenze per supportare il provisioning rapido e la scalabilità dei workload.

Le nuove offerte di Professional Services potenziati per soluzioni di disaster recovery mettono a disposizione dei clienti le competenze di cui hanno bisogno per implementare le soluzioni di disaster recovery NetApp MetroCluster o SnapMirror in modo rapido e senza interruzioni.

Infine, il nuovo Commvault IntelliSnap per NetApp è una soluzione di terze parti che sostituisce il softtware NetApp SnapProtect e offre le stesse caratteristiche funzionali e le stesse opzioni di licenza basate su controller, con i benefici aggiuntivi di potersi espandere negli ambienti Commvault.