Stampanti per i piccoli uffici: una guida all’acquisto

228

Epson individua quali sono i parametri da valutare per scegliere il modello più adatto. Costo, affidabilità e funzionalità sono i principali elementi da tenere presenti






Chi lavora in un piccolo ufficio o da casa ha esigenze di stampa molto diverse rispetto alle imprese più grandi; spesso ha anche poca familiarità con la terminologia e la tecnologia del settore. Scegliere il modello di stampante più adatta alle proprie esigenze è quindi fondamentale. Ma quali sono i criteri da tenere presenti nel momento dell’acquisto? Li ha spiegati Epson:

Il prezzo di acquisto non è tutto

E’ superfluo dire che il prezzo di acquisto è la preoccupazione principale per chiunque lavori in un piccolo ufficio. Tuttavia, in ogni decisione di acquisto è fondamentale non concentrarsi unicamente sul prezzo iniziale della stampante, ma prendere in considerazione i costi globali di stampa.

Nel ciclo di vita della stampante, bisogna considerare anche il costo del materiale di consumo. I valori da tenere in considerazione sono il costo per pagina (CPP) e il costo totale di gestione (TCO). Il CPP può essere calcolato semplicemente dividendo il costo di una cartuccia per il numero di pagine che può stampare (un dato generalmente fornito dal produttore e calcolato in base a specifici standard). Il TCO può essere leggermente più complicato da valutare poiché include diversi fattori. Il costo mensile di stampa si calcola stimando separatamente il numero di pagine a colori e in bianco e nero che saranno stampate ogni mese, quindi moltiplicando ogni cifra per il relativo costo per pagina. Per ottenere il TCO, queste cifre devono essere sommate e ognuna moltiplicata per la durata stimata della stampante. Il risultato va quindi aggiunto al costo della stampante. Questo è il modo migliore per valutare il prezzo reale di una stampante.

Comodità e affidabilità hanno un valore che va considerato

Le piccole realtà e i professionisti dispongono raramente di stampanti di backup e con tutta probabilità non hanno un servizio di supporto informatico in sede, ma necessitano di produrre materiali di vendita, marketing e contabili. Una stampante non affidabile fa quindi perdere tempo e causa disagi, per questo è consigliabile cercare una garanzia di almeno un anno o 30.000 pagine.

La semplicità è un altro fattore importante. Infatti, la stampante deve essere facile e intuitiva sia da configurare e da collegare a un computer, sia da utilizzare. Per un aiuto nella decisione, può essere utile leggere le recensioni dei prodotti sui media o sul sito web del produttore, oppure dare un’occhiata ai canali social come YouTube.

Valutare anche le esigenze personali

Sul mercato esiste un’ampia varietà di stampanti, molte delle quali includono funzioni superflue per i piccoli uffici e per i professionisti. Innanzitutto, gli acquirenti devono decidere se hanno bisogno di stampare a colori e necessitano anche di funzionalità di scansione e copia. In base a ciò, possono effettuare l’acquisto più adatto. La stampante deve inoltre essere delle dimensioni giuste per lo spazio disponibile. I modelli più grandi sono spesso poco pratici per molti piccoli uffici.