Nuovo proiettore laser “Endurance” per l’istruzione da Panasonic

105

Panasonic presenterà il mese prossimo a ISE 2016 un nuovo proiettore laser al fosforo DLP SOLID SHINE da 1 chip, destinato ad emergere tra le soluzioni professionali per il settore education






Panasonic presenterà il mese prossimo a ISE 2016 un nuovo proiettori laser al fosforo DLP SOLID SHINE da 1 chip, destinato ad emergere tra le soluzioni professionali per il settore education.

Dotato della tecnologia DLP più all’avanguardia nel campo dei proiettori con risoluzione WUXGA e di diodi a laser Solid-State di nuova generazione, il nuovo PT-RZ570 integra un Quartet Colour Harmoniser a quattro segmenti, in grado di massimizzare la luce per ogni canale di colore riducendo cioè al minimo la perdita di energia proveniente dalla sorgente di luce.

“Grazie a una luminosità di 5.200 ANSI lumen, a una qualità eccellente delle immagini e al valore distintivo di funzionamento continuo senza richiedere manutenzione – da vero maratoneta (fino a 20.000 ore consecutive) – oltre alle svariate funzionalità pratiche di cui è capace, il proiettore rappresenta lo strumento ideale per sale conferenze di medie dimensioni, in grado di contenere circa 50 studenti” spiega Hartmut Kulessa, Projector Marketing Manager di Panasonic.

Il proiettore è compatibile con il sistema DIGITAL LINK, che permette di inviare segnali video e comandi di controllo tramite un cavo singolo ad una distanza di fino a 150 m in modalità Long Reach, se utilizzato in combinazione con lo switch DIGITAL LINK ET-YFB200G opzionale di Panasonic.

Una ricca gamma di tecnologie e funzionalità integrate nel nuovo proiettore, fra cui ad esempio un sistema di raffreddamento a liquido ad alta efficienza, permette di ridurre il rumore di fondo a soli 29 dB, nella modalità Silent Mode. Inoltre il PT-RZ570 si distingue grazie ad una flessibilità di installazione a 360°.

Il contrasto dinamico, che raggiunge 20.000:1, inoltre, permette di agire sull’emissione della luce fotogramma per fotogramma, modulandone l’intensità in base ai requisiti dell’immagine che si desidera proiettare, per fornire tonalità di nero più profonde e una definizione complessiva più elevata.