Nuovi proiettori con risoluzione WXGA a 5000 e 6000 lumen da Sony

310

Gli innovativi modelli sono i più silenziosi tra i prodotti della stessa tipologia






Sony amplia la gamma di proiettori con sorgente di luce laser (Z-Phosphor) con due nuovi modelli: il VPL-FWZ65 (WXGA da 6000 lm) e il VPL-FWZ60 (WXGA da 5000 lm), che insieme al VPL-FHZ57 (4100 lm) annunciato di recente, completano la gamma laser WUXGA.
Annunciati anche due nuovi proiettori a lampada: il VPL-FW65 (WXGA da 6300 lm) e il VPL-FW60 (WXGA da 5200 lm), dotati della tecnologia del pannello BrightEra, in grado di riprodurre colori naturali e vividi.

I nuovi modelli sono progettati per offrire una migliore qualità delle immagini con funzioni quali “Reality Creation”, una tecnologia che analizza ed elabora ogni segnale di ingresso per perfezionare dettagli, nitidezza e chiarezza per immagini naturalmente convertite. Il risultato sarà una prospettiva dalla risoluzione maggiore anche con le serie con risoluzione WXGA più bassa.

I proiettori laser sono progettati per circa 20.000 ore di funzionamento senza manutenzione e offrono tante funzioni per il risparmio energetico, come la funzione di oscuramento automatico e di controllo della luminosità, che riducono notevolmente i costi di proprietà per l’intero ciclo di vita rispetto ai tradizionali proiettori a lampada.
I 4 nuovi modelli sono dotati di un ampio movimento dell’ottica motorizzato che ne consente l’installazione in ambienti difficili, ad esempio sopra lo schermo, per non intralciare la visuale del pubblico o orizzontalmente, per evitare eventuali prese d’aria sul soffitto.
I nuovi modelli possono anche essere combinati con una vasta gamma di obiettivi opzionali, compreso uno zoom a ottica corta e un teleobiettivo con zoom con distanza focale di 4,84:1. Il sistema di attacco dell’ottica a baionetta consente un cambi di ottica più rapidi e semplici.

La nuova ottica opzionale di Sony è l’ottica ultra corta VPLL-3003, il primo obiettivo a ottica ultra corta al mondo per proiettori 3LCD. Questo obiettivo offre una messa a fuoco nitida e una distorsione dell’immagine ridotta grazie a un grande sistema a specchio, oltre a una facile regolazione della messa a fuoco e al movimento dell’ottica motorizzato tramite telecomando. Il rapporto focale di 0,33:1 consente l’utilizzo in spazi stretti.
L’ottica può proiettare immagini in diagonale da 2 m a 7 m con una distanza di proiezione minima (99 cm di distanza per immagine diagonale da 3 m) ed è quindi ideale per sale riunioni di piccole dimensioni, per applicazioni in ambito digital signage, o nei musei.
Tutti i nuovi modelli sono dotati di interfacce integrate HDBaseTTM, che agevolano la connettività e riducono i costi totali del sistema utilizzando un unico cavo su cui passano tutti i segnali video, audio, di controllo e IP fino a 100 m.
Inoltre, Sony ha sviluppato un nuovo protocollo unificato intuitivo per la sua gamma di proiettori, che consente una più facile integrazione dei vari modelli utilizzati nella stessa installazione. I partner di produzione di sistemi per il controllo, tra cui Crestron, Extron e AMX, supporteranno il nuovo protocollo di controllo di Sony.