Bludis tra crescita e investimenti

132

Il concetto di “filiera della qualità” è il leitmotiv dell’azienda






Il 2015 è stato un anno di importante crescita per Bludis, presente sul mercato italiano dell’Information and Communication Technology con un’offerta specializzata nei settori della Security, dell’IT Management, dell’Education, del Cloud Computing e del IoT, grazie alla capitalizzazione di quanto fatto nel 2014 e all’aumento dell’offerta in fatto di sicurezza e IoT e di numero di prodotti e vendor.

L’azienda ha raffinato l’incremento ottenuto nel biennio 2013/2014 attraverso l’ampliamento dell’offerta e tramite importanti investimenti in formazione a tutto tondo, con l’erogazione di corsi gratuiti di durata fino a 5 giorni, sia tecnici sia commerciali, in modo da ottenere clienti preparati e una forza vendita perfettamente cosciente del prodotto che propone.

Tra le nuove acquisizioni, per la sicurezza IBOSS, piattaforma di Web Security e APT Defense, LibraESVA, un antispam tutto italiano, Macmon soluzione all’avanguardia per il NAC (Network Access Control) mentre per IoT Cloudgate, Smart Wireless Gateway per applicazioni IoT e M2M (Machine to Machine). Molti, poi, i partner che lavorano fianco a fianco con Bludis e tra questi Fujitsu, Lutech, Dedagroup, Proge-Software e Centro Computer.

Bludis crede nel concetto di “filiera della qualità”, partendo dalla scelta del prodotto, fino al supporto e alla formazione. In questo ambito il 2015 è servito anche per eliminare alcuni vendor che non erano in linea con le politiche di canale. Per Bludis etica, trasparenza e protezione degli investimenti sono i primi valori da salvaguardare. Grazie a questa scelta coraggiosa in un momento così difficile, i 20 Top Partner hanno registrato nel 2015 un forte incremento di fatturato e in linea con le politiche aziendali.

Parallelamente Bludis nel 2015 ha portato avanti un ambizioso progetto di stage per giovani commerciali, che ha prodotto un incremento del 20% della forza vendita; nell’arco del 2016 l’azienda conta di fare la stessa operazione per la parte tecnica, capitalizzando pari incremento di risorse umane in quel comparto aziendale.

Altro obiettivo del 2016 sarà quello di cercare nuovi partner nel Sud Italia, area nella quale Bludis valuta un forte bacino di potenziale clientela. Parallelamente a questo, altra area che verrà potenziata sarà quella del mercato IOT/MtoM, inaugurata nel 2015 e che sta già portando eccellenti risultati. Afferma Maurizio Erbani, direttore vendite e operations di Bludis: “A fronte dell’ottimo risultato ottenuto l’anno scorso con i partner nel nord e centro Italia, nel 2016 lanceremo iniziative di vendita e marketing mirate al supporto del nostro canale di rivenditori nel sud Italia, e l’inserimento dei nuovi prodotti offre ampie opportunità e possibilità di manovra”.

Adesso Bludis è quindi impegnata con pari forze in ben 5 comparti diversi dell’IT: Comunication, Security, Education, IT Managment, IOT/MtoM, riuscendo in ogni settore ad essere sempre in linea con le esigenze dei clienti e della forza commerciale.