Nuovi sistemi iperconvergenti per le medie aziende da Hewlett Packard Enterprise

435

Il sistema HPE ProLiant DL380 permette alle aziende di medie dimensioni e alle loro sedi distribuite sul territorio di creare, gestire e supportare macchine virtuali con pochi click






La nuova appliance all-in-one di Hewlett Packard Enterprise (HPE) riunisce capacità di calcolo, storage software-defined e virtualizzazione intelligente per aiutare le aziende di medie dimensioni e le filiali di realtà enterprise a creare macchine virtuali (VM) in soli cinque click.

Creata sulla base del server più diffuso al mondo, il sistema HPE ProLiant DL380, la nuova appliance HPE Hyper Converged 380 (HC 380) consente alle aziende di completare il processo di trasformazione in un’infrastruttura ibrida, grazie ad una semplificazione delle operazioni IT e ad una riduzione dei costi complessivi. Il mercato iperconvergente continua a crescere a ritmo sostenuto, tanto che si prevede possa raggiungere un giro d’affari di 5 miliardi di dollari entro il 2019.

Una user experience intuitiva e ispirata ai sistemi consumer per implementazioni alla velocità del cloud

L’intuitivo software dedicato alla User Experience (UX) dell’appliance HPE HC 380 offre una user experience semplice che può essere gestita con facilità su un desktop o un dispositivo mobile. Una rapida e facile autoinstallazione permette di essere pronti a procedere in pochi minuti, consentendo alle aziende di:

Dedicare più tempo all’innovazione. Per l’implementazione di una VM sono necessari solo cinque click, mentre sono sufficienti soltanto 15 minuti per aggiungere ulteriori funzionalità grazie a template customizzati e ripetibili per il provisioning delle VM. La user experience mobile-ready permette ai responsabili IT di eseguire il provisioning, il decommissionamento e il ricommissionamento delle VM in pochi secondi e dal proprio telefono cellulare.

Aumentare produttività e flessibilità. Funzionalità di analisi e tool integrati permettono al reparto IT di ridurre del 90% la diffusione incontrollata e l’overprovisioning delle VM.

Eliminazione dei silos di dati e riduzione della complessità. L’appliance HC 380 è basata su HPE StoreVirtual Data Fabric per consentire la mobilità dei dati tra sistemi e siti con l’integrazione di servizi dati enterprise che garantiscono la produttività continuativa con comprovati livelli di disponibilità a cinque 9s. • HPE semplifica il supporto: Un unico punto di contatto per l’hardware, il software e il cloud privato HPE nonché per gli ambienti VMware. Gli esperti HPE sono a disposizione per fornire risposte rapidi e interventi 24/7 e aiutare i clienti ad adottare e concretizzare rapidamente i vantaggi del sistema HC 380. Risparmiare tempo e costi fin da subito Il sistema HC 380 offre ai clienti opzioni flessibili per trovare il modello delle dimensioni più adatte al proprio specifico budget: HPE propone infatti una appliance iperconvergente a due nodi capace di crescere in modo conveniente fino a 16 nodi.

Scalare al costo più basso.HPE offre ai clienti diverse opzioni di investimento IT per trasformarsi adottando un’infrastruttura iperconvergente tramite un meccanismo pay-as-you-grow. HPE Flexible Capacity è una soluzione completa che unisce IT e assistenza a fronte di canoni mensili predefiniti. HPE PreProvisioning offre accesso rapido ad un hardware preconfigurato anticipando le effettive esigenze, con un modello di pagamento basato sulla singola macchina virtuale.

La protezione al costo più basso. Grazie alla tecnologia StoreVirtual, i clienti possono ridurre del 62% i costi del disaster recovery. HPE mette inoltre a disposizione un unico punto di contatto con system assurance e un’assistenza attiva a livello mondiale per l’hardware, il software e il cloud privato HPE, nonché per gli ambienti VMware.