Pompei ed Ercolano rivivono grazie a NEC

865

La società partecipa con i suoi proiettori ad una progetto del MAV (Museo Archeologico Virtuale di Ercolano)






Ancora una volta NEC Display Solutions è protagonista in ambito museale. Questa volta la società anima la sala di proiezione del Museo Archeologico Virtuale di Ercolano (MAV) con la proiezione del cortometraggio realizzato con una visione immersiva a 360 gradi: un’immersione vera e propria nel passato attraverso un’esperienza multisensoriale, per conoscere e scoprire nel dettaglio le realtà storiche di Ercolano e Pompei prima dell’eruzione vesuviana del 79 d.C. Le immagini del film, che con la guida dell’archeologo svizzero Karl Jacon Weber guidano lo spettatore tra strade, botteghe e fori incontrando personaggi storici, sono state realizzate da Zeranta Edutainment e verranno visualizzate su uno schermo circolare alto tre metri attraverso sei proiettori NEC, modello PA621U.

La serie di proiettori NEC PA, offre un’interfaccia 4K per l’utilizzo combinato di più videoproiettori su schermi di grosse dimensioni con immagini nitide e luminose. L’ottima connettività, con un’ampia gamma di ingressi e varie possibilità d’installazione, la rende ideale per applicazioni signage in grandi sale e auditorium.

“La tecnologia impiegata per questa nuova modalità di fruizione da parte del pubblico – spiega il direttore del MAV, Ciro Cacciolacambia completamente l’approccio. Ci si ritrova ad apprendere e conoscere in una sorta di coinvolgimento emotivo, che dovrà essere a mio parere la strategia dei prossimi anni anche per affascinare un nuovo pubblico di nativi digitali. Per restare competitivi i musei dovranno far vivere un’esperienza da raccontare”.