Google for Work e l’Azienda Ospedaliero Universitaria Meyer di Firenze connettono i laboratori pediatrici

391

L’obiettivo è di mettere a disposizione una piattaforma digitale per la condivisione di pratiche, conoscenze e informazioni






Per favorire la condivisione di pratiche, conoscenze e informazioni della Rete pediatrica regionale, l’Ospedale pediatrico Meyer, attraverso la Fondazione e Google for Work, attraverso il Premier Partner Noovle, hanno stretto un accordo strategico che prevede la connessione della rete regionale di 20 poli pediatrici e di tutti i pediatri toscani a un sistema di eccellenza. L’obiettivo è di mettere a disposizione una piattaforma digitale per la condivisione di pratiche, conoscenze e informazioni.

Secondo Alberto Zanobini, Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliero Universitaria Meyer, “l’operazione intende connettere la rete territoriale di tutti i poli pediatrici e i pediatri della Regione a un sistema di eccellenza in grado di assicurare a ogni bambino la miglior cura in ogni punto della regione”. Quello del Meyer è un percorso di organizzazione che vuole diventare un modello di riferimento nazionale, un sistema di comunicazione, collaborazione e produttività che, secondo Zanobini, “solo una piattaforma orizzontale come quella di Google poteva effettivamente offrire”. “Noovle è protagonista di un progetto che, attraverso Google Hangouts e Google Drive, consentirà alle oltre 2000 persone della rete pediatrica di lavorare in modo nuovo, riuscendo a stare in connessione continua, condividendo informazioni ed esperienze”, afferma Paolo Vannuzzi, CEO, Noovle.

Google Drive for Work e Hangouts

L’obiettivo è innanzitutto la produzione in ottica collaborativa dei documenti formativi per la rete pediatrica, con la possibilità di archiviarli e fruirne in modo semplice e istantaneo, promuovendo un accesso semplificato alle informazioni. Meyer utilizzerà Google Drive per la creazione, modifica in tempo reale e condivisione online di pubblicazioni, istruzioni operative, materiali informativi e didattici; utilizzerà inoltre Hangouts per consentire videoconferenze tra luoghi distanti, tra dipendenti oppure con pediatri esterni.

Spiega Zanobini: “La rete coinvolgerà pediatri e medici ospedalieri, pediatri di libera scelta e personale dell’Ospedale Meyer, creando un network fra le diverse realtà ospedaliere del territorio e migliorando la comunicazione fra i clinici del Meyer e i pediatri. Il nuovo portale si propone come un polo regionale per la condivisione di conoscenze e servizi integrati”. Continua Zanobini: “La piattaforma Google for Work coinvolgerà oltre 2 000 utenti, agevolando lo scambio interdisciplinare, la ricerca e la creazione di un linguaggio comune. In più, determinerà un salto di qualità nel modo di lavorare interno all’ospedale”.

Guardando al futuro Oltre alla rete pediatrica, il progetto prevede anche lo sviluppo tecnologico del Campus pediatrico Meyer Health Campus, la cui apertura è in programma per il 2017, così come lo sviluppo di sistemi di medicina personalizzata. L’area, dedicata alla didattica e alla formazione, disporrà di aule per la simulazione pediatrica e di strutture per la ricerca e l’innovazione, al fine di conciliare gli approcci tecnologici più avanzati con i più profondi valori umani rivolti alla cura. Il progetto vuole rappresentare un modello di assistenza e di formazione che vede Noovle protagonista a fianco dell’ospedale Meyer nel processo di digitalizzazione e aggiornamento tecnologico, e nell’adozione della tecnologia Google for Work. “L’obiettivo,” spiega Zanobini, “è una rete collaborativa e di scambio a livello regionale con l’implementazione di ulteriori funzionalità, sostenuta dalla Fondazione che già affianca l’ospedale nella ricerca, nella formazione e nell’accoglienza”.